AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Toscano Soldati

Toscano Soldati

Toscano Soldati 750 261 Luca Cominelli

Il Toscano Soldati fu commercializzato per la prima volta nell’agosto del 2002, in occasione del Premio Letterario “Strega”, venduto in confezione da cinque ammezzati da 85mm (quindi più lungo rispetto ad un sigaro intero ammezzato). Purtroppo la distribuzione fu presto interrotta, pare a causa di un contenzioso insorto fra la famiglia del compianto Mario Soldati e l’ETI – Ente Tabacchi Italiani, probabilmente in ragione dell’utilizzo del cognome dell’omonimo scrittore. Il nuovo “Soldati”, per come lo conosciamo adesso, venne introdotto sul mercato nel settembre del 2006, stavolta nel formato “alla maremmana” da 155mm, sempre in confezione da cinque.

La foglia di fascia è Kentucky italiano e anche il ripieno è Kentucky italiano (beneventano).

toscano soldati

Il sigaro si presenta bordato dalla fascetta classica della linea Toscano d’Autore: sfondo semplice (nel caso di specie un bordeaux dallo stile marmorizzato) e riproduzione della firma di Mario Soldati, con tricolore italiano sulla sinistra. La fascia è di un brillante marrone scuro, con riflessi che possono variare dal bruno al rossiccio, a seconda degli esemplari.

Note di fumata.

toscano soldati_2

Toscano Soldati: al naso i profumi percepiti sono essenzialmente ripartiti fra il cuoio e la terra, che vengono arricchiti da accenni di pepe nel tiraggio a freddo.

La partenza, nella sua ricchezza aromatica, appare semplice nel sapore che appare da subito imperniato sul sapido, dall’intensità non troppo marcata. Il bouquet aromatico, come preannunciato, risulta essere molto ricco, oltre alla nota di pepe molto pronunciata si presentano cuoio (presente), terra e vegetale (lievi). La forza si attesta su registri più che medi (3/5).

Con l’incedere della fruizione si giunge al tratto centrale, dove comincia a far capolino un sapore amaricante che smuove la monotonia (nell’accezione più musicale del termine) del sapido riscontrato nella prima parte. Gli aromi, rispetto alla partenza, evolvono in modo quasi inaspettato per un toscano: seppur il pepe resti ancora marcato e predominante e la terra aumenti lievemente di intensità (presente), fanno capolino degli aromi di cacao e di mandorla amara davvero sorprendenti. Soprattutto quest’ultima diviene il “leitmotiv” che traghetta il fruitore nell’ultimo atto della fumata. La forza non subisce variazioni rispetto all’ingresso e ciò diviene un punto di forza, poiché un registro più sostenuto, probabilmente, avrebbe adombrato l’ottimo impianto aromatico della seconda parte di fumata.

Le battute finali del Soldati continuano a destare attenzione soprattutto da un punto di vista prettamente aromatico (i sapori infatti rimangono invariati rispetto al tratto centrale del sigaro): il pepe e la terra si affievoliscono, l’intensità del cacao resta invariata, mentre emergono note di spezie (presenti) e legno (lievi) che traghettano verso la fine della fumata, sostenute da un crescendo fisiologico della forza che incrementa su registri medio-forti (4/5).

A conti fatti, il “Soldati” impressiona per la sua evoluzione (per quanto sia possibile adattare questo termine ad uno short filler) e la sua finezza aromatica. Anche la persistenza, abbastanza lunga, lascia nella memoria del fumatore più di un ricordo positivo.

Fumato ammezzato, il Soldati perde molto delle caratteristiche che inducono ad amarlo per la fumata “alla maremmana”: il sigaro può partire amaro, il che potrebbe anche riscontrare il piacere palatale di qualcuno.

Valutazione: B

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info