AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Villiger 1888 Toro

Villiger 1888 Toro

Villiger 1888 Toro 800 472 Giuseppe Mitolo

La linea “1888” della Villiger ha subìto, nei mesi scorsi, un grosso restyling che, oltre all’aspetto grafico di box e anilla (si è passati da un binomio cromatico nero/giallo ad un rosso/dorato), ha riguardato la miscela. Il nuovo blend, infatti, prevede l’impiego di una capa Ecuador desflorado, capote Negro San Andres (Messico) e un ripieno dominicano e nicaraguense.

La linea “1888” prevede quattro sigari a vitolario: robusto, corona, torpedo e toro, quest’ultimo recensito nelle righe che seguono. Le dimensioni sono cepo 50 x 152 mm di lunghezza.

 width=

Alla vista il sigaro è avvolto in una luminosa fascia colorado claro dai riflessi gialli. Suadente e accattivante appare l’aspetto tattile, con la foglia esterna molto liscia e priva di venature. La fattura generale è ottima e il riempimento non presenta difetto alcuno. Corretto il tiraggio.

 width=

Note di fumata.

Villiger 1888 Toro: il naso è raggiunto da interessanti profumi che ricordano gli agrumi, la frutta disidratata e, meno accentuata, la nocciola.

Il primo tercio mostra un prodotto dai sapori appena pronunciati, per lo più giocati su un debole e paritetico sapido/acido. Il ventaglio aromatico, pur non essendo ampio, si lascia leggere con estrema semplicità: spezie molto pronunciate, seguite dal legno e da una leggera punta metallica. La forza è leggera (2/5).

 width=

La parte centrale sembra essere una lunghissima prosecuzione del tercio precedente: i sapori restano i medesimi, solo negli aromi sparisce la nota metallica, lasciando spazio ad un delicato accenno di terra. La forza resta leggera (2/5).

L’ultimo tercio, finalmente, restituisce un guizzo prima dei puff finali. La sapidità diviene molto marcata, mentre l’acidità resta invariata per tutta la fumata. L’impianto aromatico subisce una leggera evoluzione: accanto alle spezie, che in questo tratto si affievoliscono notevolmente, appaiono decisi caratteri di cuoio e meno marcati sentori balsamici. La forza incrementa lievemente divenendo medio – leggera (2,5/5).

 width=

In conclusione, questo Villiger 1888 Toro appare un sigaro estremamente bilanciato, semplice, privo di difetti costruttivi. Anche gli aromi, nella loro semplicità, risultano ben strutturati in intensità. Ciò che manca a questo prodotto sono la complessità e una apprezzabile evoluzione, che non può essere limitata ad una debole virata solo nel passaggio fra gli ultimi due tercios. Un sigaro semplice, che si lascia fumare senza alcun problema, a patto che non si ricerchi una fumata più strutturata.

Valutazione in centesimi: 85

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info