Villiger AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Montecristo Supremos

Montecristo Supremos

Montecristo Supremos 800 450 Giuseppe Mitolo

Presentato in anteprima mondiale all’Encuentro Amigos de Partagas di Matelica lo scorso 6 luglio, il Montecristo Supremos sarà una delle tre edizioni limitate cubane del 2019. In occasione della “Premiere”, i vertici di Habanos S.A. presenti non si sono sbilanciati sull’esatta data di rilascio globale, ma possiamo ritenere che, come di consueto, dovremo aspettare gli ultimi mesi dell’anno per poterlo reperire in tabaccheria. Le informazioni ufficiali confermano quelle diffuse in occasione del Festival del Habano di Febbraio: la vitola de galera del Supremos è un Montesco, 55 x 130, confezionato in innovativo box (giallo laccato, dai bordi arrotondati) da 25 unità.

Un test su una “pre release” è da valutare con cautela poiché spesso ci si trova al cospetto di sigari particolarmente freschi.

Il manufatto risulta avvolto in una luminosa fascia di tonalità colorado maduro, dai riflessi rossi. Al tatto risulta piuttosto liscia con venature abbastanza lisce. Il ripieno appare generoso, mentre la fattura generale risulta più che buona.

  • Country of Origin: Cuba
  • Size: 55 x 130 mm (5.2″)
  • Wrapper: Cuba
  • Binder: Cuba
  • Filler: Cuba
  • Price: $ – | € 22

Montecristo Supremos: a crudo risulta particolarmente avvolgente nei profumi: spicca una intensa nota di cacao, seguita da una più contenuta di frutta secca, il tutto arricchito da sfumature che richiamano il pepe e il legno.

Una volta acceso, la partenza è piuttosto sapida, arricchita nei primi puff da una leggera componente piccante. Fra gli aromi, spicca una decisa componente legnosa, seguita da note di terra e ammoniaca (rivelatrice di un sigaro fresco) e da una nuance di mandorla. La forza è media (3/5).

Nel tratto centrale la sapidità iniziale viene parzialmente mitigata da una leggera componente dolce. Aromaticamente l’evoluzione non è molto accentuata, con gli aromi di terra, ammoniaca e legno (quest’ultima ridottasi in intensità) tutti di uguale vigore e con un leggero e timido innesto di cacao. La forza resta media (3/5).

Nel tratto finale la dolcezza bilancia la sapidità sul piano dei sapori. Il ventaglio aromatico, invece, presenta uno spettro composto da spezie, cacao e frutta secca tostata, tutte di uguale intensità, non senza l’immutata presenza dell’ammoniaca. La forza diviene medio-forte (4/5).

Complessivamente, il sigaro ha mostrato i segni della sua gioventù: oltre alla nota di ammoniaca, la combustione della fascia è risultata irregolare, richiedendo correzioni di fiamma durante la fumata. Il fumo in bocca è risultato un po’ spigoloso, mentre gli aromi ancora poco aggraziati. Lo spettro aromatico risulta contenuto, ma gli aromi sono comunque ben distinguibili. Ciò che ci fa propendere per un voto positivo nonostante una lettura che può sembrare critica, sono anche i profumi a sigaro spento. A nostro parere questo è sicuro segno di come il sigaro fosse ancora fresco, ma con ottime potenzialità di fumata se lo si lascerà riposare a dovere.

Valutazione: 86

Davidoff Villiger Foundation la bucanera  AF Pachuche Pachuche cigars
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info