AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Montecristo No.2 Gran Reserva

Montecristo No.2 Gran Reserva

Montecristo No.2 Gran Reserva 800 450 Luca Cominelli
Il Montecristo No.2 Gran Reserva presenta un cepo 52 e 156 mm di lunghezza. L’anilla Gran Reserva, che accompagna quella standard, ha un suo fascino ed è il sinonimo di grande qualità. Gran Reserva non indica solo l’edizione, ma anche la tipologia di tabacchi, selezionati e affinati. Questo No.2 è infatti rollato con foglie di tabacco che provengono dal raccolto del 2005. Le foglie, prima di essere utilizzate, sono state fatte invecchiare per oltre cinque anni. (Per maggiori informazioni sulle edizioni Reserva e Gran Reserva clicca qui).
Monte 2 GR_3
Esteticamente il Montecristo No.2 Gran Reserva presenta un’ottima fattura. La capa setosa è ben tirata e non presenta alcun difetto. La tonalità della fascia è colorado. La chiusura della testa a forma conica è realizzata con cura, ed il piede evidenzia il generoso quantitativo di tabacco impiegato. Al tatto tutto ciò viene confermato. Il sigaro si presenta ben riempito, senza mostrare però eccessi.
Note di fumata.
Monte 2 GR_2

Montecristo No.2 Gran Reserva: a crudo il sigaro emana ricchi sentori di legno. Il tiraggio è ottimale. Il primo tercio sprigiona note legnose, legno di cedro. La partenza è soave, molto delicata. Avanzando, l’aroma di legno viene affiancato da note tostate, che puff dopo puff si fanno progressivamente più intense. Si delinea chiaramente un sapore tostato, di caffè, che si alterna al legno. In sottofondo sono percettibili lievi spezie, pepe nero. La forza è molto leggera (1,5/5). Nel secondo tercio il legno diviene l’aroma principale, accompagnato inizialmente da punte vegetali, percepibili solo per qualche puff. I sapori sono ben amalgamati e non vi sono brusche virate nella paletta aromatica. Avvicinandosi alla metà, le spezie iniziano a divenire marcate, e il pepe nero accompagna ogni boccata. Note di agrumi rinfrescano la fumata, donando una freschezza che ben si sposa con la raffinatezza di questo No.2. La forza cresce, portandosi su un canone medio (3/5).
 Il terzo tercio vira nuovamente su note tostate e vede la comparsa di una vena amaricante, percepibile sia al naso che in bocca. Inizialmente questi sentori non sono fastidiosi, ma proseguendo verso il finale si fanno sempre più marcati. Il finale è tostato, con forti note di caffè e punte balsamiche. La forza si mantiene media (3/5).
 Il braciere è avanzato in modo regolare per tutto l’arco della fumata. Il fumo è poco denso e decisamente non corposo.

Complessivamente il Montecristo No.2 Gran Reserva sviluppa un bouquet aromatico limitato, con aromi di legno e note tostate che predominano sui sapori secondari che si delineano in fumata. L’intensità aromatica è fievole, come la persistenza dopo ogni boccata. Il secondo tercio è sicuramente il migliore, ed è quello che esprime appieno le potenzialità di questo No.2 “Gran Reserva”. Nonostante l’invecchiamento delle foglie di tabacco, questo Montecristo necessita ancora di qualche anno di riposo, per rimuovere le note ammoniacali ancora percepibili e donargli quel qualcosa in più che ancora manca e che si intravede solo a metà fumata. Manca l’effetto “wow”, che ci si aspetterebbe da un cubano che veste l’anilla “Gran Reserva”!

Valutazione complessiva: 86.

Un particolare della cenere.

Monte 2 GR_1

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info