AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Montecristo “No.3”

Montecristo “No.3”

Montecristo “No.3” 800 450 Luca Cominelli

Un grande classico Montecristo alla prova del fuoco. Si tratta di un formato (corona) ormai piuttosto in ribasso nei gusti degli aficionados ma sempre in grado di garantire evoluzione e tempistica di fumata ottimali. Le dimensioni sono cepo 42×142 mm di lunghezza.

L’esemplare in questione presenta la seconda anilla di Montecristo in ordine di tempo e si colloca quindi in un periodo che va dal 2003 al 2006. Si presenta bene, con una capa di tonalità colorado e con una manifattura senza sbavature.

Note di fumata.

Montecristo no.3_1

Montecristo “No.3”: una volta acceso il sigaro parte senza indecisioni. Note di legno pregiato e frutta secca si fanno largo con decisione. I sapori sono sapidi e – al contrario degli altri esemplari fino a oggi fumati – non c’è traccia di quella dolcezza in sottofondo tipica di questa vitola. La forza è nella media (2,5/5). Il secondo tercio è un po’ più anonimo rispetto al gradevole primo settore di fumata. L’intensità aromatica è infatti inferiore e non di poco. I risultati migliori si ottengono al naso, dove la finezza aromatica è più che buona. La forza cresce leggermente (3,5/5). Il tercio finale si mantiene sulle coordinate del precedente, con una complessità piuttosto limitata (si notano a volte tracce di erbe aromatiche) e un’intensità aromatica in leggera ripresa. La fortaleza si conferma sul livello del precedente tercio.

Montecristo no.3_2

Complessivamente un esemplare inferiore alle aspettative e agli standard consueti di questa vitola de salida, da sempre un sigaro considerato adatto ad amatori affermati. E’ solitamente capace  di ottime performance aromatiche e di pregevole evoluzione di aromi e sapori.

Valutazione in centesimi: 85

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info