AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Davidoff Château Haut-Brion ’80s

Davidoff Château Haut-Brion ’80s

Davidoff Château Haut-Brion ’80s 750 471 Luca Cominelli

Il Davidoff Château Haut-Brion è stato prodotto sino al 1991. Era il sigaro più piccolo della linea “Château” ed è attualmente il più difficile da reperire. Questo è dovuto al costo che questi sigari avevano durante il loro periodo di vendita: considerando il prezzo elevato di questi Perlas, molti fumatori optavano per acquistare formati di dimensioni maggiori, con un miglior rapporto qualità prezzo. Ciò ha reso gli Haut-Brion prodotti in numero inferiore rispetto agli altri formati (soprattutto in cabinet da 50).

Davidoff Chateau Haut-Brion_4

Le dimensioni del Haut-Brion sono 40×102 mm.

Questi sigari sino alla fine degli anni ‘70 venivano commercializzati senza anilla. A partire dal 1980 vennero però vestiti con la classica anilla Davidoff: sfondo bianco con scritta dorata.

Esteticamente presentano capas di tonalità claro. Le venature sono minime e al tatto il riempimento è corretto, senza eccessi o difetti.

Davidoff Chateau Haut-Brion_3

Note di fumata.

Davidoff Château Haut-Brion: a crudo risultano percepibili note legno pregiato. L’apertura è acidula e porta al palato note di legno.

Il primo tercio si apre con ricche spezie (pepe bianco) e punte piccanti. La fumata è sin da subito molto intensa. Avanzando si alternano spezie, legno stagionato ed echi balsamici. La forza è medio alta (4/5).

Davidoff Chateau Haut-Brion_2

Il secondo tercio è un tripudio di spezie, che passano prepotentemente in primo piano. In sottofondo resta percepibile il legno. La fumata è ricca e la forza si mantiene medio alta.

L’ultima parte di fumata vira nettamente su note di erbe aromatiche balsamiche, che rinfrescano il palato. Le spezie vanno via via scemando ma la forza incrementa ulteriormente, dando luogo ad un finale appagante.

Lo Château Haut-Brion sviluppa una fumata ricca e mascolina. La forza è marcata per tutto l’arco della fumata e le spezie la fanno da padrone. Gli aromi sono ben delineati e la persistenza post puff e post fumata è molto prolungata.

Valutazione in centesimi: 92

Davidoff Chateau Haut-Brion

 

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info