Cuba, Recensioni, Sigari

Trinidad Reyes

19

Il Reyes è il sigaro dal formato più piccolo nella produzione standard di Trinidad.

trinidad reyes_2

Il formato porta il nome del sigaro, e le dimensioni sono cepo 40x110mm di lunghezza. Come di tradizione, la testa di questo sigaro presenta la classica pig tail, ovvero, l’estremità finale del sigaro è arricciata.

trinidad reyes

Trinidad Reyes: il primo tercio sviluppa aromi di nocciola. La forza è media (3/5). Si prosegue nel secondo tercio con note di caffè molto ricche e marcate. Il retrogusto è vegetale. Il terzo tercio ripresenta il caffè nella prima parte e diviene tostato nel finale. La forza incrementa leggermente nell’ultimo tercio (3,5/5). Il Reyes appartiene ai sigari di piccola taglia di miglior fattura. Il prezzo, essendo un Trinidad, è maggiore rispetto a sigari di pari formato. Offre un discreto impianto aromatico in una fumata relativamente breve.

Valutazione in centesimi: 87.

About the author / 

cigarslover

19 Comments

  1. Chris 22 agosto 2017 at 16:02 -  Rispondi

    Buongiorno, perdonate la domanda stupida ma sono rimasto confuso quando si è parlato di bucare o srotolare la testa..
    Volevo chiedere, ma non va tranciata prima di iniziare a fumare ?

    • cigarslover 24 agosto 2017 at 08:14 -  Rispondi

      Ciao Chris, la domanda non è assolutamente stupida.

      Nel caso di questo sigaro, la chiusura della testa è a “pig tail”, ovvero presenta un “ricciolino” (tutti i Trinidad sono accumunati da ciò).
      Tutti i sigari che presentano questa tipologia di finitura, possono essere “srotolati”: se guardi la prima immagine, noterai come la parte superiore della testa non sia liscia, ma sia arrotolata su se stessa. Ruotandola nel verso opposto, crei uno spiraglio sufficiente per far passare aria e quindi fumare il sigaro.

      Va detto che l’azione di “srotolare” è fattile su sigari relativamente giovani. Su sigari che hanno qualche anno risulta più difficoltosa e spesso il ricciolino si rompe, costringendo l’aficionado a dover ricorrere alla ghigliottina o al forasigari.

      • Roberto 10 settembre 2017 at 16:18 -  Rispondi

        Quante cose sto imparando (lo sto fumando mentre leggo, ma il mio l’ho brutalmente decapitato con una ghigliottina 😉

  2. Carmine 1 novembre 2016 at 15:34 -  Rispondi

    Ho appena finito di fumarlo acquistato ieri mi è piaciuto tanto quasi perfetto meglio di altri più costosi. Complimenti sei veramente bravo e professionale a presto.

  3. Lorenzo 17 ottobre 2016 at 19:43 -  Rispondi

    Buona sera qualche tempo ho acquistato un paio di questi sigari in confezione singola di cartone da un rivenditore della mia zona. Poco tempo dopo mi sono imbattuto in un vostro vecchio articolo riguardante i packaging in cui sconsigliavate l’affinamento del sigaro in questo particolare tipo di confezione. Ovviamente appena arrivato a casa li ho levati dal cartone e riposti in humidor.
    Un consiglio, non sapendo da quanto tempo questi sigari sono in giacenza dai rivenditori, consigliate o sconsigliate l’acquisto di questi?
    Una precisazione quelli da me acquistati erano senza cellophane.
    Grazie e sempre complimenti per il vostro stupendo sito!

    Lorenzo

    • cigarslover 21 ottobre 2016 at 09:24 -  Rispondi

      Ciao Lorenzo, grazie per i complimenti!

      Se c’è un alternativa in box o in tubo, meglio lasciar stare il cartone. Se invece non vi sono alternative, il consiglio è quello di rimuovere il sigaro dall’astuccio in cartone e metterlo in humidor per un paio di settimane, in modo che perda completamente l’aroma della confezione in cartone.

      • Lorenzo 25 ottobre 2016 at 21:06 -  Rispondi

        Grazie per la risposta, “purtroppo” immaginavo tra qualche settimana proverò!

  4. Domenico 3 maggio 2015 at 11:50 -  Rispondi

    Fumato ieri per la prima volta. Purtroppo il tiraggio era talmente serrato da non farmi gustare gli aromi. Solo nel terzo tercio si è aperto, ma ormai gli aromi erano esauriti. Come mai secondo voi? Solo sfortuna? Sigaro preso presso LCDH Milano e fumato 2gg dopo..

    • cigarslover 3 maggio 2015 at 20:11 -  Rispondi

      Ciao Domenico, potrebbe essere stato un problema del sigaro (troppo riempito) oppure una conservazione ad un’umidità troppo alta.

      Quando si acquistano sigari sfusi, è sempre bene tastarli ed evitare quelli che risultano poco cedevoli al tatto 😉

  5. Faber 22 settembre 2014 at 08:30 -  Rispondi

    Sigaro impeccabile come manifattura con un ottimo rapporto Q/€. E’ stato il mio primo Trinidad e devo dire che sono rimasto estasiato. Tiraggio perfetto, combustione altrettanto. E’ stato gustato durante una lunga passeggiata per le vie di Roma: Via delle Muratte, Fontana di Trevi per poi proseguire verso Piazza del Popolo attraverso Via del Corso. E’ stato un piacere itinerante la fumata, un diversivo per attendere la signora che faceva shopping. 🙂

    • cigarslover 22 settembre 2014 at 13:30 -  Rispondi

      Ha anche un’ottima costanza produttiva 🙂

  6. Massimo 3 giugno 2014 at 14:35 -  Rispondi

    Provato tre settimane fa, a mente fredda ho un ottimo ricordo, un sigaro elegante, non impegnativo ma soddisfacente.
    Il tiraggio era ottimo, ma mi piacerebbe riprovarlo leggermente più serrato: posso usare il bucasigari anche in presenza del pigtail? se si come? grazie!

    • cigarslover 3 giugno 2014 at 15:47 -  Rispondi

      Sì può, basta che inserisci il pig tail nel foro del puncher, in modo da forare tutt’intorno 😉

      • Massimo 3 giugno 2014 at 16:22 -  Rispondi

        Perfetto, grazie mille!
        Avevo letto anche di srotolarlo, ma ho paura di rovinare la testa!

  7. Andrea 21 novembre 2013 at 14:51 -  Rispondi

    Provato ieri sera, ottima fumata davvero, soprattutto nel secondo tercio. Tiraggio impeccabile

    • cigarslover 21 novembre 2013 at 19:41 -  Rispondi

      Concordo Andre, è un ottimo sigaro! 🙂

  8. Michele 30 ottobre 2013 at 12:37 -  Rispondi

    Ciao Luca, secondo te il Reyes si può considerare un sigaro per la mattina o da aperitivo? Quale sarebbe la sua migliore degustazione, o meglio a cosa sarebbe meglio accompagnarlo?

    • cigarslover 30 ottobre 2013 at 20:14 -  Rispondi

      Il reyes può andare bene in entrambe le situazioni. Nel caso dell’aperitivo, va benissimo con un prosecco, o comunque un vino bianco leggero (possibilmente frizzante, in quanto pulisce meglio il palato) 😉

      • Michele 30 ottobre 2013 at 22:56 -  Rispondi

        Grazie mille!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Polls

Cosa preferisci abbinare al sigaro?

Risultati

Loading ... Loading ...

Commenti recenti

Iscriviti alla Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci