Search
Generic filters
Paese
Cuba
Costa Rica
Republica Dominicana
Honduras
Nicaragua
U.S.A.
Italia
Messico
Panama
Brasile
Peru
Bahamas
Filippine
Indonesia
Formato
Churchill
Double Corona
Corona Gorda
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Profilo aromatico
Dolce
Cremoso
Spezie
Terra
Frutta secca con guscio
Cacao
Legno
Vegetale
Cuoio
Tostato
Affumicato
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Search
Generic filters
Tipo distillato
Whisky
Cognac
Rum
Armagnac
Paese
Scozia
Stati Uniti
Taiwan
Irlanda
Francia
Italia
Giappone
India
Giamaica
Antigua
Canada
Martinica
Cuba
Barbados
Olanda
Trinidad e Tobago
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto $ 50
$ 50 - 100
$ 100 - 250
$ 250 - 500
Sopra $ 500
Profilo aromatico
Dolce
Torbato
Sherried
Cereale
Legno
Marino
Miele
Floreale
Fruttato
Speziato
Vinoso
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80

Guida ai falsi

In questa guida ai falsi, vediamo come si distinguono i sigari cubani autentici da quelli contraffatti.
Vedere dei sigari cubani contraffatti è semplicissimo. Se andiamo sui siti internet dove troviamo annunci, ne troveremo a bizzeffe. Praticamente il 90% di quegli annunci riguarda dei falsi. E’ un buon punto di partenza per capire velocemente come si presentano le scatole di sigari contraffatte.

Questa è la lista delle analisi che si possono eseguire per comprendere se si è di fronte ad un prodotto contraffatto:

1. Prezzo
2. Tipologia di scatola
3. Cuños
4. Sigilli esterni
5. Sigilli interni
6. Documentazione sigari
7. Analisi olfattiva
8. Analisi visiva
9. Analisi tattile
10. Prova del sigaro
11. Taglio del sigaro
12. Immagini di scatole contraffatte

1. PREZZO
I sigari cubani presentano, come tutte le cose, un costo di produzione. Anche se li si compra a Cuba (dove si pagano circa il 35-40% in meno rispetto ai prezzi italiani), nessuno sarà mai in grado di offrirceli ad un prezzo stracciato. A meno che, ovviamente, ci stiano vendendo dei falsi.

Riporto un esempio per meglio capire la cosa. Uno dei sigari più contraffatti al mondo è il Cohiba Esplendidos, sia per il pregio del sigaro che per il prezzo. Attualmente in Italia questo sigaro è venduto a 30€. A Cuba lo si trova sui 18€. Una scatola da 25 in Italia costa 750€ mentre a Cuba circa 430€. Spesso ci si imbatte in persone che vendono questa scatola a 100-200€ in Italia, o in persone che la vendono a 50 dollari a Cuba (i venditori che si incontrano per strada). E’ abbastanza chiaro che, in entrambi i casi, nella nostra mente debba suonare un campanello d’allarme. E’ infatti poco probabile che qualcuno decida di svenderci dei sigari a proprie spese.

Quindi se la scatola di sigari che stiamo per comprare ha un prezzo decisamente troppo vantaggioso, molto probabilmente c’è qualcosa che non va, ed è quindi bene approfondire il controllo della scatola e dei sigari al suo interno per essere sicuri di non acquistare un falso. Vediamo quindi quali sono le altre verifiche che possiamo fare.

2. TIPOLOGIA DI SCATOLA
La tipologia della scatola ci fornisce delle informazioni lampanti sulla contraffazione o meno della stessa. Ci sono 3 cose di cui discutere su questo argomento:

1) molto spesso vengono spacciate come originali delle scatole di legno con il coperchio in vetro/plexiglass. Queste scatole portano spesso la marca Cohiba su di esse. NON ESISTONO SCATOLE CUBANE CON COPERCHI IN VETRO O PLEXIGLASS. Se siamo di fronte ad una di queste scatole, siamo di fronte ad un prodotto contraffatto. Ecco un esempio:

cohiba falsi

2) anche il colore della scatola ci può dare delle informazioni. Le scatole di sigari Cohiba sono laccate nella parte esterna, e quindi se ci trovassimo d’innanzi ad una scatola di Cohiba fatta con del normale legno non laccato, a meno di particolari edizioni, siamo di fronte ad un falso.

3) l’apertura della scatola: alcuni box presentano un meccanismo che consente di chiudere la scatola. Questo meccanismo riporta sempre un logo. Nelle scatole contraffatte, questo meccanismo presenta una stampa errata di questo logo. Le scatole false hanno un logo fatto in modo molto rudimentale e poco dettagliato. Spesso sembra che questo meccanismo sia stata stampato male.

box copy

3. CUñO
iL Cuño è un timbro che solitamente viene posto nella parte inferiore della scatola di sigari.

cuno

Come si vede dalla foto, è formato da dei codici.
Se la scatola di sigari è stata prodotta dopo il 1985, deve presentare il Cuño scritto da qualche parte (sulla scatola o sul contenitore nel quale è posta la scatola). La mancanza del Cuño o la sua scrittura in modo errato, sono infatti un metodo molto valido per capire se la scatola è contraffatta. Molti box infatti presentano dei Cuños con troppi codici, oppure non presentano proprio il Cuño. Questa verifica è molto valida, ed in molti casi ci accorgeremo che la scatola è contraffatta proprio da questo codice.

Per informazioni più specifiche riguardanti il Cuño, che riguardano i codici, i diversi tipi di Cuño e come decodificare questo timbro e capire se è stato apposto nel modo sbagliato: GUIDA ALLA LETTURA DEL CUñO.

4. SIGILLI ESTERNI
Le scatole di sigari cubani sono munite due sigilli: sigilli DOP e sigillo stato cubano. Se la scatola viene acquista fuori da Cuba, potremo trovare anche il sigillo dell’importatore.

4.1 SIGILLO HABANOS S.A.
Questo sigillo viene applicato in alto a destra sulla scatola, e viene apposto prima che la scatola esca dalla fabbrica. Se viene illuminato da una luce ultravioletta risulta fosforescente.
E’ stato introdotto nel 1994 e, ad oggi, è stato variato 3 volte.
La prima tipologia di sigillo è stata impiegata dal 1994 al 2004. Presenta la sola scritta HABANOS.

schermata20130411alle22

La seconda tipologia è stata impiegata dal 2005 sino al 2008/2009, e presenta oltre alla scritta HABANOS anche la scritta “DENOMINACION DE ORIGINE PROTEGIDA”.

 src=

La terza tipologia, impiegata dal 2008/2009 ad oggi, si presenta con le due scritte viste precedentemente e con l’aggiunta delle 3 lettere D.O.P. (che significo Denominacion de Origina Protegida).

schermata20130411alle22_004

Questo sigillo più essere accompagnato da un altro sigillo se la scatola di sigari è un’edizione speciale. Per edizione speciale intendo o Edizione Limitata, o Edizione Regionale. In questi casi, il sigillo indicante la tipologia di edizione speciale, viene posto subito sotto il sigillo HABANOS S.A..

4.2 SIGILLO DI STATO CUBANO – GARANZIA
Il primo sigillo di questo tipo venne introdotto nel 1902. E’ quindi difficile trovarsi davanti ad una scatola che non ne sia fornita. Anche in scatole più antiche, troviamo dei sigilli, che però vengono definiti Union Seal. Questo sigillo viene messo o direttamente sulla scatola, oppure sulla confezione che riveste la scatola.

sigillo_2

A partire dal 1999 il sigillo di garanzia ha introdotto delle novità. Venne infatti aggiunto un codice seriale sul sigillo ed il sigillo stesso presenta una reazione all’esposizione diretta della luce ultravioletta. Sottoponendo infatti il sigillo a raggi UV, apparirà nella parte centrale lo stemma di Cuba (lo stesso stemma che si vedere sul sigillo con luce normale, mi riferisco allo stemma riportato nella parte sinistra del sigillo.

A partire dal 2009 si ha avuto un ulteriore cambiamento per garantire una maggior sicurezza. E’ stato infatti introdotto sul sigillo, un ologramma. Sulla parte destra del sigillo, vi è infatti una piccola striscia che presenta un ologramma per tutta la sua larghezza. Il codice seriale, inoltre, non è più riportato nella parte bassa e centrale del sigillo, ma sulla sinistra, parallelamente ed all’opposto dell’ologramma.

Questo nuovo sigillo è stato introdotto a partire dal 2009, ma l’introduzione è stata graduale. In alcune scatole, infatti non vi è la presenza dell’ologramma, o addirittura vi sono due sigilli apposti l’uno sopra l’altro (in questo caso si ha il vecchio sigillo con il nuovo sigillo con ologramma posto sopra).

sigillogaranzia

A partire dalla fine del 2010, inoltre, il sigillo ha presentato un leggero cambiamento: le estremità del sigillo non sono più arrotondate, ma presentano un taglio obliquo netto.

sealvo

4.3 SIGILLO DELL’IMPORTATORE
E’ un ulteriore sigillo che viene apposto dall’azienda che importa sigari in un paese. Ecco un esempio dei sigilli apposti dall’importatore italiano (il colore del sigillo varia di anno in anno):

sigilli_2005-2014_secondaversione

5. SIGILLI INTERNI
Solitamente sono dei sigilli che vengono apposti all’interno della scatola. Questi sigilli, quando presenti, devono comparire attaccati alla scatola e non semplicemente inseriti in essa su carta adesiva. Quasi sempre nelle scatole di Cohiba contraffatte, questo errore viene commesso. (Vedi immagini a fondo pagina).

6. DOCUMENTAZIONE SIGARI
Nelle scatole deve essere presente della documentazione. Questa documentazione varia da scatola a scatola, in base al fatto che la scatola sia di normale produzione o appartenga a qualche edizione limitata, regionale o comunque non ordinaria.

Quello che ci deve sempre essere, è un piccolo foglietto scritto su carta velina trasparente dove viene riportata la modalità di conservazione corretta. Questo foglio è scritto in 4 lingue: spagnolo, inglese, francese, tedesco.

schermata20130413alle00

I cambiamenti subiti da questo foglietto informativo sono stati 3:
1. nel 2005 è stato modificato lievemente il testo inglese: è stato aggiunto infatti uno spazio dopo l’indicazione sulla temperatura di conservazione dei sigari.
2. nel 2007 sono invece state modificate le scritte in francese e tedesco, per correggere gli errori che vi erano.
3. nel 2012 è stata aggiunta una scritta che porta il sigillo DOP sul foglietto informativo. Questa scritta è stata posta, esattamente come avviene sulle scatole, in alto a destra nel foglietto.

Le dimensioni del foglietto sono:
lunghezza: 104mm;
larghezza: 69mm.

7. PROFUMO
Il profumo proveniente da una scatola di sigari deve essere intenso e ricco. Ovviamente il profumo deve essere di tabacco. Se al naso ci giungono degli odori che non ci ricordano troppo il tabacco, si potrebbe essere di fronte a dei falsi che sono stati riempiti con foglie di banano!

8. ANALISI VISIVA SIGARO
L’analisi visiva si compone di 2 parti.
La prima riguarda l’analisi dell’anilla, nel caso in cui sia presente (sigari molto vecchi possono non avere un’anilla).
La seconda è invece un analisi sulla capa e sul piede del sigaro.

8.1 L’anilla: si deve verificare che l’anilla impiegata si perfetta, ovvero non presenti dei difetti. I difetti possono essere:
un’anilla che sembra rovinata, o usurata: le anille impiegate sono sempre sottoposte a controllo. Non vengono impiegate, nei sigari originali, anille che non siano perfette. Questo è un forte segno di contraffazione.

8.2 L’analisi del sigaro: la capa deve essere di qualità, non deve presentarsi raggrinzita o brutta. Solitamente i sigari contraffatti sono quelli più costosi, e quindi quelli che presentano una certa qualità. Se Siamo di fronte a dei Cohiba, la capa DEVE essere una capa di qualità. In caso contrario o siamo di fronte a dei sigari conservati veramente in malo modo, oppure a dei falsi.
Importantissimo è anche il controllo del piede del sigaro. Questo controllo si esegue contemporaneamente con l’analisi tattile (che è la successiva). Guardando il piede del sigaro, si verifica il riempimento. Se il sigaro presenta dei “buchi” o comunque un riempimento insufficiente, questo fattore farà pendere l’ago della bilancia su “Falso”.

9. ANALISI TATTILE SIGARO
Si procede a tastare il sigaro cercando di capire se la costruzione è buona oppure presenta dei difetti. Nei sigari contraffatti, solitamente, il riempimento è decisamente scarso. Questo fa si che al tatto, si sigari si presentino decisamente morbidi e cedevoli. Un riempimento insufficiente è un modo molto valido per indentificare un falso.

10. PROVA DEL SIGARO (FUMATA)
Questa prova è utile solo nel caso in cui si conosca bene la tipologia di sigari che si presume siano contraffatti. Se abbiamo già fumato lo stesso tipo di sigaro, saremo infatti in grado di capire se gli aromi e la forza che si sviluppano durante la fumata, sono tipici del brand ed in particolare di quel tipo di sigaro.
In caso contrario questa analisi sarà utile solo per avere un feedback su quella che è la qualità del sigaro. In poche parole, se il sigaro è buono oppure no. Ci tengo a precisare che non tutti i sigari falsi generano una cattiva fumata, anzi! Mi è capitato di fumare dei Montecristo No.2 contraffatti e, seppur il bouquet aromatico fosse molto diverso da quello dei No2, i sigari non erano affatto malvagi, si lasciavano fumare!

11. TAGLIO DEL SIGARO (APERTURA E CONTROLLO FOGLIE)
Questa è l’ultima analisi che si pù eseguire, ed è anche una tipologia di analisi decisamente drastica. Diciamo che è l’analisi che si esegue quando si è quasi certi che i sigari siano dei falsi, e si vuole quindi andare a controllare il loro riempimento.
Le prime due cose che si notano aprendo il sigaro sono:
1. tipologia di foglie presenti
2. dimensioni delle foglie.

1. Con la tipologia di foglie presenti intendo se il ripieno (o tripa) del sigaro è fatto da foglie di tabacco. In alcuni casi, infatti, i falsari utilizzano foglie di banano.

2. Per quanto riguarda invece le dimensioni delle foglie mi riferisco alle dimensioni che le foglie di tabacco hanno. I sigari di qualità sono TL, ovvero tripa lunga. Questo significa che le foglie impiegate per la loro produzione sono foglie intere. Tagliando il sigaro, e srotolando le foglie, sarà abbastanza intuitivo vedere se le foglie impiegate sono intere oppure no. Specifico che delle foglie più corte saranno sempre presenti, in quanto durante la costruzione le foglie vengono anche spezzate e le parti più corte si utilizzano per far si che il sigaro abbia un riempimento omogeneo. Detto ciò, la maggior parte delle foglie dovranno comunque essere foglie lunghe.

12. IMMAGINI DI SCATOLE CONTRAFFATTE
Immagine 1: il colore del box è diverso dal colore standard della laccatura Cohiba. Inoltre mancano i sigilli.

scatola contraffatta_2

Immagine 2:

contr11_001

Immagine 3, mancano alcuni Cuños:

contr31_001

Immagine 4:

scatola contraffatta