L’igrometro è un accessorio fondamentale per la corretta conservazione dei sigari. Serve per misurare il tasso di umidità all’interno del nostro humidor ed è quindi molto importante potersi fidare delle sue misurazioni.

igrometro analogico  OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Spesso gli igrometri che vengono forniti negli humidor “economici” sono più strumenti decorativi che funzionali e questo è un grosso problema, in quanto non si ha il controllo effettivo sull’umidità.

METODO PANNO UMIDO-> NON VALIDO!!!

Molte persone adottano il metodo del panno umido per controllare se l’igrometro funzioni o meno. Questo è una soluzione molto veloce, ma l’unica indicazione valida che ci dà è se la lancetta dell’igrometro (nel caso di igrometro analogico) o il numerino (igrometro digitale) si portano sul 99%. Per avere questo tipo di indicazione si più semplicemente alitare sull’igrometro, proprio come si fa quando si puliscono gli occhiali..stesso risultato ma senza dover bagnare alcun panno! Detto ciò, questo NON è un metodo valido per verificare il corretto funzionamento dell’igrometro.

Il movimento della lancetta o il cambiamento nel numerino, non sono assolutamente sinonimo di corretto funzionamento dell’igrometro. Per tarare l’igrometro in modo corretto c’è un altro metodo da utilizzare, il metodo dell’acqua e sale.

METODO ACQUA E SALE

Per tarare o verificare che l’igrometro funzioni in modo corretto sono necessari:

  • sale fino da cucina
  • acqua
  • 1 tazzina da caffè (o qualsiasi altro piccolo recipiente)
  • un contenitore ermetico

Si deve prendere una tazzina da caffè e riempirla per metà con del sale fino. Si aggiungono alcune gocce di acqua e si mischia, cercando di raggiungere un mix che abbia la stessa consistenza che ha la sabbia bagnata al mare.

A questo punto si inserisce l’igrometro e la tazzina col mix si acqua e sale nel contenitore ermetico. Si chiude il contenitore e si aspettano almeno un paio di ore. L’igrometro dovrà segnare esattamente 75% di umidità.

Tutti i punti percentuali di differenza definiscono quanto l’igrometro è “starato”. Nel caso di pochi punti percentuali (2-3%) si può semplicemente segnare sull’igrometro questo valore, in modo da ricordarsi di quanto la misura del nostro strumento è in eccesso o in difetto. Se la differenza è molta, si è probabilmente di fronte ad un problema dell’igrometro. In questo caso è consigliabile la sua sostituzione.

METODO BOVEDA

Esiste un Kit Boveda per il controllo della taratura dell’igromentro. E’ un metodo efficace, semplice e che richiede pochi minuti: basta inserire il proprio igroemtro (o i propri igrometri) all’interno del kit e dopo pochi minuti si può già verificare il corretto funzionamento.

Questo Kit può essere impiegato più volte e con più igrometri. Bisogna solo richiuderlo una volta che è stato utilizzato.

Per acquistare il Kit Boveda clicca qui!

47 Comments

  1. Giuseppe 19 ottobre 2017 at 17:06 -  Rispondi

    Ciao! Grazie per la guida, avrei una domanda: come posso fare questa misurazione se l’igrometro dell’humidor è attaccato al cofanetto? Posso mettere il bicchierino dentro l’humidor e chiudere? Farebbe lo stesso effetto?

    • cigarslover 21 ottobre 2017 at 11:25 -  Rispondi

      No Giuseppe, meglio rimuovere l’igrometro e usare un recipiente ermetico (l’humidor non è completamente ermetico le pareti di legno assorbono/rilasciano umidità, rendendo la misurazione ai fini di taratura non attendibile.

  2. Andrea 10 febbraio 2017 at 23:29 -  Rispondi

    Salve, ho acquistato un contenitore per sigari con umidificatore a polimeri, ho messa nell’acqua distillata l’umidifocayore per circa trenta minuti poi l ho inserito nel cofanetto … ora che dovrei fare???

    • cigarslover 13 febbraio 2017 at 10:03 -  Rispondi

      Ciao Andrea, devi verificare che il tasso di umidità nell’humdior sia corretto. I polimeri sono un sistema di umidificazione che tende a umidificare troppo. Quindi devi prestare attenzione che questo non si verifichi, altrimenti corri il rischio di danneggiare irreparabilmente i sigari.

      Ti consiglio di passare ai beads 😉

  3. GABRIELE BUGATTI 20 dicembre 2016 at 08:58 -  Rispondi

    Salve,
    da una settimana mi sono trasferito in un’altra casa e ho visto un calo dell’umidità al’interno del mio humidor; è un humidor adorini con umidificatore adorini delux a polimeri acrilici.
    ho fatto tutta la procedura iniziale prima di inserire ed utilizzare l’humidor e l’igrometro a capello “anche questo tarato col procedimento corretto” ha sempre segnato 70/75% di umidità.
    quando mi sono trasferito l’igrometro a cominciato a scendere sotto il 70%.. ora è a 65/66 %.
    all’interno ci sono circa 50/55 sigari di varia tipologia e provvenienza, sinceramente sono preoccupato, non vorrei rovinarli.
    ieri ho provato a caricare l’umidificatore mantenendolo 5 minuti in aqua distillata, ma stamattina era ancora uguale… ieri ho acquistato un igrometro digitale, proprio quello che hai consigliato te ad un ragazzo che ti ha chiesto consiglio… volevo capire se per caso ha perso la taratura l’igrometro a capello.
    Grazie
    Saluti

    • cigarslover 20 dicembre 2016 at 09:17 -  Rispondi

      Ciao Gabriele, potrebbe essersi starato l’igrometro analogico. Non appena ricevi il digitale, avrai modo di verificarlo velocemente.

      I polimeri vanno sostituiti circa ogni anno. Ti consiglio di passare ai beads, in modo da avere un sistema di umidificazione decisamente migliore e che dura a vita 😉

      • GABRIELE BUGATTI 20 dicembre 2016 at 09:37 -  Rispondi

        Perfetto, seguiro il tuo consiglio.
        Grazie mille !
        😉

      • GABRIELE BUGATTI 20 dicembre 2016 at 10:01 -  Rispondi

        Ancora un consiglio:
        il mio umidor ha un volume di circa 7400 cm cubi.
        contiene circa 50/60 sigari… vorrei mantenere un umidità del 70%
        ho visto che ci sono i beads per 70% di umidità con relativo sacchetto di contenimento.
        Ma quanti Beads devo usare?
        grazie

        • cigarslover 20 dicembre 2016 at 10:50 -  Rispondi

          Te ne consiglio 40g. Visto che l’acquisto lo fai solo una volta, vai di seconda generazione 🙂

          • GABRIELE BUGATTI 21 dicembre 2016 at 11:37 -  Rispondi

            perfetto grazie ancora per i consigli !
            si andrò di seconda generazione 😀

          • GABRIELE BUGATTI 22 dicembre 2016 at 17:39 -  Rispondi

            Ciao MI sono arrivati i beads di seconda generazione.
            ma sono gia pronti all’uso?
            sono traparenti e umidi nel sacchetto di plastica!
            non devo bagnarli?
            Grazie

            • cigarslover 23 dicembre 2016 at 08:49 -  Rispondi

              Ciao Gabriele, già pronti per essere inseriti in humidor 😉

              • GABRIELE BUGATTI 23 dicembre 2016 at 09:03 -  Rispondi

                perfetto,
                grazie !

              • GABRIELE BUGATTI 23 dicembre 2016 at 09:17 -  Rispondi

                ultima domanda:
                dove posiziono il sacchetto di beads? il mio humidor è abbastanza pieno, devo tenerlo lontano dai sigari credo, quindi dove lo posiziono?
                grazie

                • cigarslover 25 dicembre 2016 at 09:34 -  Rispondi

                  puoi posizionarlo dove vuoi, evita solo il contatto diretto, tutto qui 🙂

      • GABRIELE BUGATTI 10 gennaio 2017 at 10:04 -  Rispondi

        Buongiorno, come da tuo suggerimento ho inserito i bends nel mio humidor.

        ho notato però che in pochi gg alcuni di essi sono diventati bianchi… ho inserito il sacchetto con 40 g. sono quelli di seconda generazione…
        c’è una spiegazione?

        grazie

        • cigarslover 10 gennaio 2017 at 16:41 -  Rispondi

          Ciao Garbriele,

          i beads, quando sono bianchi, sono scarichi di acqua. Quando li bagni e assorbono acqua o umidità, divengono trasparenti, tutto qui. E’ normale 🙂

          • GABRIELE BUGATTI 11 gennaio 2017 at 09:16 -  Rispondi

            quindi li devo ricaricare spesso?
            quando li vedo diventare bianchi in buona parte li bagno… però mi è successo dopo 3/4 gg…

            • cigarslover 11 gennaio 2017 at 09:38 -  Rispondi

              no, è normale che ci siano dei beads bianchi. Se fossero tutti trasparenti, sarebbero tutti saturi e non potrebbero assorbire umidità. I beads vanno ricaricati quando il tasso di umidità nell’humidor inizia a calare, tutto qui 🙂

              • GABRIELE BUGATTI 11 gennaio 2017 at 13:59 -  Rispondi

                ah ok perfetto… non ci ero arrivato.. grazie mille come sempre !

  4. Paolo 12 novembre 2016 at 13:11 -  Rispondi

    Ciao.
    Ho un l’humidor adorini Torino de luxe che contiene circa 30 cubani. Dopo aver controllato la taratura dell’ igrometro ho inserito una busta boveda da 60gr Ur 69%. L’ igrometro è sceso al 65%. Mi chiedo dopo quanto tempo si stabilizzerá al 69. Se devo aggiungere una seconda busta e se devo togliere l’ elemento umidificante. Grazie

    • cigarslover 13 novembre 2016 at 11:56 -  Rispondi

      Ciao Paolo, per il tuo humidor servono almeno 2 buste da 60g, altrimenti non riuscirai a stabilizzare l’humidor e ad ogni apertura il tasso di umidità calerà nuovamente.

  5. Francesco 7 novembre 2016 at 00:30 -  Rispondi

    ciao, intanto grazie per il sito, è davvero un piacere per gli occhi, per il tempo libero e soprattutto è davvero un punto di riferimento..almeno per me.
    Ho acquistato un umido a più ripiani con un igrometro digitale installato nello sportello anteriore. Dopo più di un mese di difficoltà nell’avviarlo ho messo piano piano dentro i sigari, premetto che ci tengo dentro solo cubani. Per il mantenimento dell’umidità uso dei beads che sto anche pensando di cambiare e di prendere quelli di cigarslover. Il problema è che mi riscontra sempre una umidità del 53/57%..sembrandomi strano ne ho messo dentro uno analogico che mi segna sempre circa il 63/68%. Le mie domande sono 3: è possibile capire effettivamente quanta umidità ci sia all’interno e soprattutto se questa umidità è uniforme o è diversa nei vari scomparti? L’elemento che mantiene l’umidità (beads) deve essere messo solo in uno dei 4 scomparti (e se si, in quale mi consigli?)?come posso tarare l’igrometro in questo mio caso? non riesco a star tranquillo perché non riesco ad avere una lettura corretta.. mi consigli di comprarne uno analogico?
    grazie infinite..
    Francesco

    • cigarslover 7 novembre 2016 at 09:06 -  Rispondi

      Ciao Francesco, grazie 🙂

      I beads che abbiamo noi sono veri beads. Molto spesso vengono spacciati per beads i polimeri, che sono tutt’altra cosa 🙂

      Ti consiglio di acquistare un igrometro performante (è fondamentale potersi fidare di questo strumento) e di inserire i beads (dividendoli ed inserendoli in due dei quattro scomparti). Se ti servisse un aiuto con il quantitativo, inviaci le dimensioni dell’humidor 😉

      • Francesco 7 novembre 2016 at 21:31 -  Rispondi

        Ciao e grazie per la risposta. Ho proprio bisogno di un bel pò di aiuto.
        In effetti scrivevo anche perché volevo affidarmi al vostro e-commerce per qualche acquisto visto che devo riprendere in mano la situazione di questo humidor che mi sta mandando “quasi” al manicomio!^^
        Allora le dimensioni esterne dell’humidor sono 23cm di profondità x 21,5 di altezza.
        Come dicevo è diviso in 4 scompartimenti interni a cassetti che misurano 18 cm di profondità x 21,5 cm di larghezza. Spero di essermi spiegato bene 🙂
        A questo punto necessiterei dei beads per questo humidor in cui tengo solo sigari cubani e di un buon l’igrometro con cui controllerei l’umidità dato che come ti accennavo quello esterno dell’humidor non mi convince.
        Domanda: mettendo i beads che mi consiglierai, che distribuirò come mi consiglierai, devo “riavviare” l’Humidor da capo o posso inserirli direttamente?

        Ho anche un altro humidor, classico “a scatola” che misura 26×20…puoi consigliarmi anche che beads prendere per questo?

        Grazie infinite e buona serata,

        Francesco

        • Francesco 7 novembre 2016 at 21:40 -  Rispondi

          scusa, ho dimenticato un dato importante per ciascun humidor.
          Il primo, più importante, che è quello con i cassetti misura esternamente: 23x24x21,5 di altezza

          Il secondo: 26x20x9,5 di altezza

          grazie ancora,
          Francesco

          • Francesco 7 novembre 2016 at 21:53 -  Rispondi

            purtroppo stasera non ne faccio una giusta..
            le misure interne dei due humidor sono:
            per quello grande 21,5Larghezza, 20,5 altezza, e circa 20 di profondità.
            Per quanto riguarda le misure interne di quello piccolo, 24,5 di larghezza, 20 di profondità, circa 8di altezza.

            Grazie mille ancora in anticipo.
            Francesco

        • cigarslover 8 novembre 2016 at 08:55 -  Rispondi

          Ciao Francesco, nessun problema.

          Per l’humidor a cassetti sarebbero sufficienti 40g di beads, ma visto che non è un humidor tradizionale e che è cassetti limitano la circolazione dell’aria è meglio abbondare. Ti consiglio vivamente 60g, ripartiti nel primo e nel terzo cassetto (partendo dall’alto).

          Per l’humidor più piccolo 40g 🙂

          In entrambi i casi, puoi inserirli direttamente.

          • Francesco 8 novembre 2016 at 12:39 -  Rispondi

            Grazie mille! 🙂
            Allora mi conviene prendere 100g di beads seconda gen. e poi li divido io tra i cassetti e il secondo humidor?

            Per quanto riguarda invece l’igrometro, puoi consigliarmene uno con un buon rapporto qualità/prezzo, così prendo tutto insieme? 🙂

            Nel caso dell’humidor a cassetti, dove dovrebbe essere inserito l’igrometro per avere un’idea dell’umidità complessiva?

            Così procedo all’acquisto di tutto contemporaneamente! 🙂

            Ps: se c’è una mail a cui scrivere per non intasare la pagina del sito puoi darmela e vi contatto li.

            Grazie ancora,
            Francesco

            • cigarslover 8 novembre 2016 at 14:48 -  Rispondi

              info@cigarslover.com

              esatto. Per il secondo humidor, 40g vanno benone. L’igrometro mettilo in uno dei cassetti centrali. Ci sono svariati modelli, quello dal miglior rapporto qualità/prezzo è l’hygroset II.

              Per qualsiasia altra cosa sentiamoci pure via mail. Nessun problema 🙂

  6. cristina 3 ottobre 2016 at 15:48 -  Rispondi

    Salve, vorrei sapere quale è l’umidità migliore per i toscani e per gli avana. Grazie !!

    • cigarslover 4 ottobre 2016 at 09:10 -  Rispondi

      Ciao, dipende da molte variabili e soprattutto dal tuo palato. Visto che la stagione calda è terminata, ti consiglio quelli al 70% 🙂

  7. Giuseppe 26 agosto 2016 at 08:09 -  Rispondi

    Buongiorno, una informazione: la temperatura a cui si fa la taratura ha rilevanza?
    Grazie, e complimenti per l’ottimo sito.

    • cigarslover 26 agosto 2016 at 08:42 -  Rispondi

      No, la temperatura puoi non considerarla in fase di taratura, a meno di casi estremi, in ambienti con una temperatura molto bassa o molto alta. Se esegui la misurazione in una stanza di casa, non ci sono problemi.

  8. MC 17 agosto 2016 at 23:13 -  Rispondi

    Salve e prima di tutto complimenti per le info, molto dettagliate e chiare.
    Mi chiedevo se fosse così assurda l’idea di mettere in un barattolo dei beads appena acquistati e vedere se l’umidità relativa misurata dall’Hygrostar II è simile (+/- 4%) a quella dichiarata dai beads. Onestamente non sono un fumatore così attento e non credo il mio balato riesca a riconoscere dei cambi così minimi di umidità.

    • cigarslover 20 agosto 2016 at 10:07 -  Rispondi

      volendo puoi, ma per verificare la taratura dell’igrometro ti consigliamo di seguire i metodi elencati in questa pagina.

  9. Michele 18 febbraio 2016 at 23:43 -  Rispondi

    Ho acquistato da cigarslover 2 igrometro hygroset ii e devo dire che sembrano molto validi, infatti ne ho appena acquistati altri 2 insieme a beads e altro…ottimo sito!!!! Complimenti ragazzi!!!!

  10. Simone 13 gennaio 2016 at 22:47 -  Rispondi

    Ciao, un informazione… oggi ho tarato l’igrometro con il metodo della soluzione salina, come consigliato, il problema è che l’igrometro segnava valori che oscillavano tra il 73% e il 74% questo a differenza di qualche ora, in particolare, dopo un paio di ore dall’inizio della prova mi segnava 74% come per esempio anche dopo circa 10 ore, ma tra le 6 e le 8 ore, segnava 73%, come mi oriento? spero di essere stato chiaro, grazie come sempre della disponibilità, saluti.

    Simone

    • cigarslover 14 gennaio 2016 at 09:36 -  Rispondi

      Ciao Simone, tieni presente che negli igrometri c’è una tolleranza di +/-2%. Quindi iil fatto che l’igrometro non segni esattamente il 75% non è un grosso problema (sempre se non si discosta da questa percentuale per più o meno di 2 punti). Sapendo che il tuo igrometro segna 74% anzichè 75%, sai che la misurazione è di un punto inferiore rispetto a quella corretta. Quindi dovrai semplicemente considerare 1 punto in più rispetto a quanto ti viene indicato dall’igrometro. Tutto qui 🙂

      Non preoccuparti per l’oscillazione tra le 6 e le 8 ore, essendo di un solo punto non è assolutamente un problema.

      • Simone 14 gennaio 2016 at 14:27 -  Rispondi

        Grazie mille come sempre per la disponibilità e la velocità nel rispondere, terrò conto dei consigli dati. Saluti

        Simone.

  11. Leonardo 23 marzo 2015 at 21:26 -  Rispondi

    Grazie mille!

  12. Leonardo 22 marzo 2015 at 20:11 -  Rispondi

    Complimenti per l’ottimo sito, grazie davvero!
    Potresti consigliarmi un termoigrometro digitale valido a buon prezzo? Grazie

  13. giuseppe.b 14 ottobre 2014 at 18:48 -  Rispondi

    Bello!!…

  14. Ezio 14 ottobre 2014 at 18:45 -  Rispondi

    Io possiedo un humidor Adorini Modena Deluxe, che metodo posso usare x verificare la corretta taratura dell’igrometro? Quello incastonato nell’humidor mi segnala una percentuale superiore al 70 x cento, se ne inserisco uno digitale all’interno mi da’ quella corretta (ho inserito una bustina di beads). Grazie x l’aiuto!

    • cigarslover 15 ottobre 2014 at 09:41 -  Rispondi

      Gli igrometri adorini analogici possono essere tarati agendo su una vite presente nella parte posteriore. Dovresti essere in grado di rimuovere l’igrometro per fare questa operazione 🙂

    • Gimmy VR 23 ottobre 2015 at 18:42 -  Rispondi

      Ciao Ezio, sono Gimmy VR!!! Io ce l’ho uguale al tuo e ho lo stesso problema!!! Mi segnala sempre sopra il 70%!!! L’avrò tarato 10 volte ma il risultato è lo stesso!!! Adesso ho messo i beads al 65% presi da Cigarslover ma sono ancora in ansia x i miei puros!!!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci