Guide sui sigari, Sigari

Cuba: Custom Rolled – dove acquistarli

46
Se si ha la fortuna di andare a visitare “l’Isola Madre del Sigaro”, sia che sia la prima o l’ennesima volta, è bene sapere dove andare per acquistare e degustare i famosi sigari “custom made”. Spesso si sente parlare di sigari fatti “su misura” dai torcedores, capaci di realizzare manufatti su commissione diretta dell’aficionado. A seconda delle circostanze si possono scegliere le dimensioni, la forza e la ligada del sigaro. Ogni torcedor ha dei formati che preferisce rollare, che lo rendono più o meno ricercato dagli amanti di quelle particolari vitolas. Ma dove si trovano questi famosi Custom Rolled? Come è possibile andare a Cuba e non tornare con le classiche scatole reperibili anche qui in Italia e in Europa? Ecco una piccola guida su alcuni Torcedores: nelle righe che seguono si potranno trovare l’indirizzo dove recarsi per farsi rollare qualche sigaro, la specialità di ogni singolo torcedor e qualche nota di degustazione sui sigari provati: rigorosamente (e ovviamente) freschi.
cuba volunteer projects
  • Alejandro Gonzalez Arias 

Indirizzo: Hotel Comodoro ­ Avenida 3ra y 84, Miramar

Una volta nell’hotel, quando ci si ritrova davanti al “coc- codrillo del tabacco” bisogna girare a sinistra. Ecco quindi comparire alla vista il nostro giovane torcedor. Alejandro ha iniziato a lavorare in questo hotel solo quattro mesi fa. Ha sostituito il famoso torcedor Santos che, al contrario di chi lo vuole in pensione, sta lavorando all’estero in Malesia. Con i suoi 26 anni Alejandro è il più giovane torcedor cubano che si possa trovare fuori dalle fabbriche di puros. Le sue specialità sono i torpedos, le piramidi, e i Behike 52. I Behike 52 contengono effettivamente foglie di “medio tiempo”. Sulla carta possono quindi competere con i più blasonati cubani vestiti con l’anilla Cohiba. I sigari di Gonzales Arias sono molto mascolini: sviluppano note speziate, terra, legno e cuoio. La forza è marcata e sono soliti sviluppare una mole di fumo molto densa presentando una combustione che molto raramente presenta difetti.

IMG_0692 copy

  • Jorge Lopez 

Indirizzo: Club Habana ­ Avenida 5ta no. 188, Miramar

Una volta giunti all’ingresso del Club Habana, non ci si deve spaventare se per entrare vi viene chiesto il passaporto e 20 CUC (circa 15€). Questo è da considerarsi come una sorta di “ticket” per entrare nel locale, che prima era uno yacht club privato. Vale veramente la pena di spen- dere questi 20 CUC anche solo per la spiaggia privata, che è davvero un sogno caraibico. E’ però possibile anche visitare la sola rivendita risparmiando il prezzo del ticket. Il torcedor che si incontra si chiama Jorge e produce i famosi “Monsdale”, che richiamano il nome di Enrique Mons, un torcedor che amava particolarmente il formato Lonsdale. Consigliamo però anche il formato Piramide. Questi custom rolled sono di forza media e sviluppano note di legno, cuoio, cacao e caffè. Le fumate sono dolci e molto equilibrate.

monsdale_2 copy

  • Juanita

Indirizzo: Hotel Riviera ­ Paseo y Malecon, Vedado

Appena si entra nell’hotel, Juanita è la prima persona che si vede. E’ solitamente seduta dietro a un tavolo e molto spesso è intenta a produrre i suoi famosi Behike. Juanita è una delle poche torcedoras che è spesso disponibile a impartire consigli e lezioni ai turisti su come rollare i sigari, a patto che si conosca un po’ di spagnolo e ovviamente tempo permettendo. Come detto, la sua specialità sono i Behike: questi sigari presentano le dimensioni della più prestigiosa linea di sigari cubani, prodotta con il brand Cohiba. Consigliamo però anche i formati Robusto e Rodolfo. Generalmente i suoi custom rolled presentano una fortaleza medio-alta, ma se si vuole un sigaro più leggero, basta chiedere e fornire le specifiche della ligada preferita. Il bouquet aromatico sprigiona note di noce, spezie, cuoio, legno e aromi vegetali. Il fumo è solitamente molto copioso e cremoso.

 

IMG_0747 copy

  • La China 

Indirizzo: Fabbrica di Partagas ­ Calle industria 520, Habana Vieja

La China è forse la “custom maker” più famosa in Italia e si trova nella vecchia fabbrica di Partagas. L’edificio è attualmente vuoto e all’interno attualmente si trova” La Casa del Habano”. La chicca è la VIP Lounge, collocata direttamente nel negozio: vale la pena domandare di poter entrare. Più si frequenta questo negozio, specialmente durante il periodo del Festival e più è facile accedere a questa lounge. La China è la torcedora che, fino un paio d’anni fa, rollava tutti sigari per l’Enquentro de Amigos de Partagas (il secondo evento sigarofilo più grande a Cuba, dopo il Festival Habanos). La China è famosa per i suoi Robusto ma possiamo consigliare anche il Churchill. Questi custom rolled producono un fumo denso e cremoso e sviluppano aromi di terra, cacao e legno. La combustione è perfetta come la meccanica di fumata.

IMG_2128 copy

  • Miranda
Hotel National – Calle 0 esq. 21, Vedado
Sulla parte destra dell’hotel c’è una piccola entrata per recarsi direttamente nella “Casa”. Questo escamotage non viene però consigliato, in quanto ci si perderebbe una bellissima vista nel parco dell’hotel. La tabaccheria è molto carina, con un ampio salone per fumare al piano inferiore. Il sigaro consigliato è il Prominentes. Questo custom rolled presenta un livello di forza medio e sprigiona aromi di pepe, cuoio e terra. Per goderselo al meglio lo si può fumare sorseggiando un Mojito, il tutto con magnifica vista sul patio.

IMG_0625 copy

  • Reynaldo

Indirizzo: Conde de Villanueva  ­ – Calle Mercaderes 202, Habana Vieja

Reynaldo è famoso per i suoi formati dalle dimensioni generose. Si trova al primo piano di un hotel con un bellissimo patio. Una volta entrati, non ci si deve sorprendere se ci si ritrova davanti a un pavone. Questi uccelli sono addomesticati e lasciati liberi di scorrazzare per il cortile. Le specialità di Reynaldo sono l’Elephante, il Gordo, il Magnificos. Consigliamo anche il Corona Corda e il Canonazo. Questi custom rolled sono di forza media, con note di cacao, cuoio, legno e caffè. Il fumo è denso e cremoso. Nei cepos generosi la combustione presenta spesso un avanzamento non simmetrico dell’ anello di combustione.

IMG_0867 copy

  • Yolanda
Hotel Melia Habana – Avenida 3ra y 76/80
Yolanda è una torcedora che può scegliere il tabacco personalmente. Questo suo privilegio non è affatto da sottovalutare in quanto è una caratteristica molto rara. Inoltre dispone della possibilità di utilizzare foglie che vengono fatte invecchiare ad arte proprio nello stesso negozio dove lavora. La specialità di Yolanda è senza dubbio la Piramide. Con questa vitola è solita vincere spesso le competizioni locali. E’ però consigliato anche il Churchill, davvero di livello. Questi custom rolled sono di forza medio-leggera, con aromi molto soavi di noce, cuoio, pepe e legno. Le fumate sono molto bilanciate con un ottimo equilibrio. Il fumo è davvero molto cremoso.

IMG_0691 copy

Questi sono solo alcuni dei torcedores dai quali ci si può recare a Cuba. Ne mancano certamente altri altrettanto famosi come Cueto, Carlos Fernandez, Hamlet… Se si ha la possibilità di familiarizzare con un torcedor è facile avere degli accordi per farsi fare customs sucommissione. Non resta quindi che invitarvi ad andare a Cuba di persona per provare tutti questi sigari davvero speciali fatti su misura per i nostri gusti. Un’ultima precisazione: è possibile fumarli freschissimi con grande soddisfazione ma una volta passati alcuni giorni è opportuno invece lasciarli invecchiare il più possibile (soprattutto i grandi formati) per godere adeguatamente di un invecchiamento che, di solito, è in grado di conferire ulteriore valore aggiunto a questi sigari.Quindi ricordate: fumateli immediatamente o dimenticateveli nell’humidor per qualche anno!

 

About the author / 

Michel A.

Related Posts

46 Comments

  1. Nello 15 gennaio 2019 at 11:09 -  Rispondi

    Ciao ragazzi! grazie per l’interessantissimo articolo che mi ha fornito lo spunto per tornare da Cuba con qualcosa di particolare e di nicchia!
    Nel mio caso, avendo poco tempo a disposizione a l’Avana, sono andato all’Hotel Nacional, i prominentes mi spaventavano per lunghezza e mi sono quindi portato via un po’ di eccellenti robustos.
    Peccato solo che non avevano l’anilla dell’hotel nacional come in foto!!

    Grazie ancora!

  2. Maurizio 21 settembre 2017 at 09:44 -  Rispondi

    Grazie mille, a presto

  3. Maurizio 20 settembre 2017 at 10:24 -  Rispondi

    Ciao Ragazzi, mi sapete dare un idea dei prezzi di questi sigari

    • cigarslover 20 settembre 2017 at 17:09 -  Rispondi

      Ciao Maurizio, solitamente variano dai 3 ai 5 CUC (siamo quindi sotto i 5 euro)

  4. Gambadilegno 27 maggio 2017 at 15:17 -  Rispondi

    Un ciao a tutti, sono appena tornato da Cuba dove ho potuto degustare numerosi sigari e farne scorta. Sono un neofita degli Avana, in genere fumo Toscano, perciò ringrazio tutto il sito per i consigli che ho trovato veramente interessati. Per farmi un’esperienza ho fumato sigari di tutti i generi, da quelli per il “popolo” fatti a macchina e dal costo veramente basso a quelli dei contadini appena rollati e quelli di vari torceador che ho incontrato nelle varie mie tappe, tra cui Reynaldo. Altri torceador de l’Avana non erano in loco ed ho passato. Ora ho depositato il mio “tesoro” in un umidor …..e prego.

    • cigarslover 27 maggio 2017 at 18:49 -  Rispondi

      Buone fumate 🙂

  5. Davide 7 settembre 2016 at 11:58 -  Rispondi

    Ciao
    andrò a Cuba per 2 settimane: la prima effettuerò un tour tra l’Havana, Cienfuegos, Trinidad e Santa Clara, mentre la seconda mi sposterò a Santa Lucia a fare una settimana di mare e relax.

    Dedicando la prima settimana all’acquisto dei sigari…come posso conservarli per una settimana in condizioni buone fino a quando non rientro in italia?

    Chiedendo si ha la possibilità di farsi regalare scatole vuote di cedro per proteggere gli Habano?

    Grazie mille

  6. Davide 9 agosto 2016 at 00:53 -  Rispondi

    Ciao Luca,
    posso chiederti di effettuare anche una veloce recensione (come fatta in questa pagina) anche per Cueto? con nomi sigari e forza…grazie

    Dovessimo ordinarli da qui come bisogna fare?
    Gli indirizzi sono ancora confermati e corretti o sono cambiati?

    Grazie

      • Davide 9 agosto 2016 at 09:33 -  Rispondi

        Grazie mille Luca
        continuo nel mio interrogatorio per imparare qualcosa dai maestri come te.
        Innanzitutto non avevo ancora scoperto la tabella con le valutazione dei sigari…interessante!!!

        Posso avere l’indirizzo esatto di Cueto?

        Grazie

        • cigarslover 10 agosto 2016 at 04:00 -  Rispondi

          Troppo gentile Davide 🙂

          Cueto lo trovi a El Morro. Rispetto ad altri torcedor non è così facile trovarlo all’opera.

          • davide 10 agosto 2016 at 10:48 -  Rispondi

            Figurati e la verità!

            Però alla fortezza El Morro troverei comunque qualcuche altro torcedores che produce i sigari (dimensione e forza) di Cueto o sbaglio?

            Grazie mille

            • Davide 11 agosto 2016 at 08:51 -  Rispondi

              Figurati e la verità!
              Però alla fortezza El Morro troverei comunque qualcuche altro torcedores che produce i sigari (dimensione e forza) di Cueto o sbaglio?
              Grazie mille

            • cigarslover 12 agosto 2016 at 06:38 -  Rispondi

              Sì, ci sono anche altri torcedor

  7. Antonio 1 agosto 2016 at 03:34 -  Rispondi

    Buonasera.
    Fra una settimana sarò a Cuba con 4 amici ed era nostra intenzione tornare con il massimo di sigari consentiti (250 in totale). I torcedores hanno problemi a preparare queste quantità in breve tempo? Conviene commissionarli qualche giorno prima della partenza? Consigliate qualche torcedores in particolare per rapidità e qualità?

    • cigarslover 1 agosto 2016 at 14:58 -  Rispondi

      Ciao Antonio, sì..difficilmente troverai 250 sigari da prendere direttamente da un solo torcedor..per queste cose è meglio prenotarli qualche mese prima in modo da trovarli pronti. Vi conviene fare un giro dai vari torcedor indicati sul sito per trovarne il maggior numero possibile! 🙂

      • Antonio 2 agosto 2016 at 15:59 -  Rispondi

        Addirittura qualche mese prima. Allora si, credo faremo la spola da tutti i torcedores dell’isola 😀

  8. pietro 25 gennaio 2016 at 13:24 -  Rispondi

    Mi piacerebbe se qualcuno potesse aiutarmi con informazioni tipo quelle di questo articolo circa torcedores però della zona di pinar del rio … nella mia prossima vacanza mi fermerò molto in quella parte di isola e vorrei qualche consiglio utile … tipo gite a tema o suggerimenti tipo fincas che meritano una visita … grazie a tutti Pietro

    • cigarslover 7 febbraio 2016 at 20:06 -  Rispondi

      Ciao Pietro, a Pinar del Rio trovi numerosi torcedore che sul posto possono rollarti un sigaro. Più che consigliarti dove andare, ti direi di goderti lo spettacolo visitare tutto quello che puoi 😉

  9. Stefano 18 gennaio 2016 at 19:21 -  Rispondi

    Aggiornamento gennaio 2016.
    Juanita la trovate presso Melia Cohiba Hotel in Calle 1ra, La Habana, Cuba
    Prendere le scale mobili dalla lobby, primo piano vicino al negozio di sigari.
    Estremamente gentile e cortese.
    Spiega i modelli e tutti i segreti di come accendere e fumare un suo sigaro.
    Prezzi a sigaro: Behike 56 a 10 cuc. Churchill a 5 cuc.
    Altissima qualità.
    Niente scatola ma ottimo imballaggio plastico per il viaggio.
    Per chi fosse interessato all’acquisto in Italia, il prezzo è x3.

    • cigarslover 19 gennaio 2016 at 09:55 -  Rispondi

      Ciao Stefano, grazie per l’aggiornamento.

      Attenzione al sigaro però: il BHK56 di Juanita ha le stesse dimensioni del cohiba BHK56, ma non è lo stesso sigaro! E’ un custom rolled che nulla ha a che vedere con la paletta aromatica e le caratteristiche del Cohiba.

  10. Alessio 6 ottobre 2015 at 13:48 -  Rispondi

    Volendo acquistarli in italia?

    • cigarslover 7 ottobre 2015 at 08:47 -  Rispondi

      Sfortunatamente non si possono acquistare in Italia in quanto sono prodotti senza anilla, senza brand e quindi non iscritti a monopolio. Dovresti conoscere qualcuno che te li porta e/o te li regala.

  11. Davide 10 settembre 2015 at 17:21 -  Rispondi

    ma cosa mi puoi dire su Cueto…il laboratorio si trova nella costruzione di El Morro. Mi puoi aiutare con informazioni sui suoi sigari?
    grazie

  12. Giacomo 5 settembre 2015 at 23:07 -  Rispondi

    Ciao amici di CigarLovers. Ho letto l’interessante articolo sui Custom Rolled. Su che fascia di prezzo possiamo contare per riportarci qualche buon sigaro a casa?

    • cigarslover 6 settembre 2015 at 09:53 -  Rispondi

      Pochi CUC, ovvero pochi dollari. Il prezzo è di gran lunga inferiore rispetto agli Habanos.

      Il range varia tra i 2 e i 4 CUC circa.

  13. Giacomo 10 agosto 2015 at 16:41 -  Rispondi

    Salve amici di CigarLovers e salve Alberto che hai postato qui in fondo alla pagina. Volevo chiederti il significato di quanto da te qui postato: “Occhio al bicho. Un diadema della china ho dovuto isolarlo”. Cosa significa? 🙂 Scusate l´ignoranza ma mi sono avvicinato da poco a questo meraviglioso mondo. Grazie.

    • cigarslover 10 agosto 2015 at 16:52 -  Rispondi

      Ciao Giacomo, i custom rolled sono sigari non sottoposti a fumigazione nè congelamento. Questo fa si che il rischio che si possa sviluppare il bitcho (un coleottero che si ciba di tabacco) sia relativamente importante 🙂

  14. Roberto Bianchi 15 dicembre 2014 at 11:04 -  Rispondi

    Salve ho letto i tuoi preziosi consigli molto utili ma sopratutto interessanti.
    Sono stato a Cuba (tutta l’isola) 4 anni fa ,ma essendo un percussionista (conga ,timbales ecc.)la mia prima ossessione era suonare in ogni luogo con grandi musici ,poi ti dico la verità sono un ex fumatore ho smesso da decine di anni ,posso dire che sono uno dei pochi che sono stato a Cuba senza accendere un sigaro………..ne ho comprato 5 o 6 per regalo a mio figlio(su sua richiesta),il Rum no quello è arrivato ottimo …ora da pochi mesi sono entrato nelle grazie di questi magici amici pieni di aromi ,profumi ,grandi emozioni ,sicuramente tornerò nella Linda Cuba ma con un bagaglio notevole di nozioni …….ancora muchas gracias Rob

  15. roberto 19 novembre 2014 at 08:11 -  Rispondi

    leggo ora l’articolo. Veramente interessante e trascinante… Per un attimo mi sono visto a Cuba, turista per sempre….

  16. Luca_C 18 novembre 2014 at 20:47 -  Rispondi

    Complimenti ragazzi, bellissimo articolo.
    Utilissimo per chi ha occasione di andare a Cuba.

  17. Alberto 16 novembre 2014 at 16:51 -  Rispondi

    Ciao Michel, questo natale andrò in vacanza a Cuba …sono un non fumatore, ma (anche grazie al vostro blog) mi sto interessando al mondo del sigaro cubano.
    Personalmente, quale casa del tabaco e quale fra questi torcedor mi consiglieresti per imparare il più possibile, ma in modo informale e cordiale? Lo spagnolo non è un problema 🙂

    • Michel A. 16 novembre 2014 at 19:28 -  Rispondi

      Ciao Alberto. Ti consiglierei Juanita nel Riviera Hotel nel quartiere di Vedado in Havana. Mai tanta gente e quindi lei si puo prendere tempo per te. Una persona molto cara e gentile.

      • Alberto 17 novembre 2014 at 18:20 -  Rispondi

        Grazie! Ottimo consiglio, mezz’ora di passeggiata sul Malecón dall’albergo e ritorno col mio primo sigaro in bocca 🙂

        • Michel A. 17 novembre 2014 at 18:31 -  Rispondi

          Bravo. Cosi come si deve. Manca solo il Mojito 😉

  18. Paolo 15 novembre 2014 at 17:42 -  Rispondi

    una domanda: hanno un costo elevate questi sigari fatti sul posto dai vari torcedor ed eventualmente comperati in loco?

    • cigarslover 16 novembre 2014 at 09:51 -  Rispondi

      Assolutamente no, si parla dollari, anche solo un paio 🙂

      • Paolo 17 novembre 2014 at 20:35 -  Rispondi

        ottimo allora magari mi farò un giro alla fabbrica partagas che è il brand con il quale meglio mi trovo,sono curioso : )

  19. Federico 15 novembre 2014 at 12:22 -  Rispondi

    Quanti sigari custom rolled si possono importare senza problemi?

    • cigarslover 15 novembre 2014 at 16:48 -  Rispondi

      Se voli direttamente da Cuba in Italia, 50 sigari. Se invece fai scalo in Europa 200 🙂

      • Federico 14 dicembre 2014 at 22:43 -  Rispondi

        ma se esporto più di 50 unità, alla dogana cubana non mi fanno problemi?

        • cigarslover 15 dicembre 2014 at 16:06 -  Rispondi

          Sì, se non passi dall’unione europea il massimo consentito sono 50 sigari a persona.

          • Pacrox 10 gennaio 2015 at 20:28 -  Rispondi

            Conviene quindi fare viaggi in gruppo con non fumatori… 😉

  20. Alberto 15 novembre 2014 at 10:19 -  Rispondi

    Ho la fortuna di avere robusto, piramide, marevaplus, diadema di yolanda, la china e Reynaldo… Sono sempre i più profumati ed ammiccanti quando apro la vetrina (ma occhio al bicho! Un diadema della china ho dovuto isolarlo)

    • cigarslover 15 novembre 2014 at 16:48 -  Rispondi

      Tutti i sigari che provengono direttamente da Cuba sono da trattare con le pinze. I custom rolled ancora di più 🙂

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci