AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Glendronach 18 Tawny Port Finish

Glendronach 18 Tawny Port Finish

Glendronach 18 Tawny Port Finish 800 450 Federico Bosco

Il Glendronach 18 Tawny Port Finish appartiene alla serie dei Finish prodotti dal brand, ovvero un whisky che, dopo l’invecchiamento usuale in botti ex-sherry, passa qualche mese in botti differenti. In questo caso specifico, sono state selezionate delle botti di porto Tawny. Questo Scotch è stato rilasciato nel 2014, ma risulta ancora reperibile, senza troppa fatica.

  • ABV: 46%
  • Botti: botti di quercia europea e botti di porto Tawny
  • Età: 18 anni
  • Tiratura: non dichiarata
  • Fascia di prezzo: € 50 – € 100
  • Reperibilità: bassa
 width=

NOTE DEGUSTAIVE GLENDRONACH 18 TAWNY PORT CASK

Naso: i primi profumi che giungono alle narici sono sentori di frutta molto matura, quasi deteriorata, che restano presenti per svariati minuti, prima di far emergere una nota di funghi secchi abbastanza consistente. Si prosegue poi con le spezie (zafferano e cannella). La paletta aromatica è completata da qualche erba aromatica e note di stalla.

Palato: sin da subito risultano percepibili le spezie, che si delineano nel cardamomo, e una vena vegetale (rabarbaro), per poi virare sulla frutta deteriorata (un mix di pera, mela e fragola) già percepita al naso. Sono presenti anche confettura di arancia e qualche agrume. A completare il tutto, un sentore che ricorda il rum scuro, abbastanza rustico. L’alcol è ben percepibile, anche troppo.

Finale: di media persistenza. Sprigiona nuovamente frutta molto matura, vaniglia e spezie.

Il 18 Tawny Port Finish è uno dei pochi Glendronach a deludere su praticamente tutti i fronti. I finish sono complicati da gestire e questo ne è un esempio lampante: impallidisce di fronte al classico 18 anni di ordinaria produzione. Cocente delusione.

Valutazione in centesimi: 76

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info