AF AF_banner AB alec & bradley gatekeeper davidoff viking
Search
Paese
Bahamas
Brasile
Costa Rica
Cuba
Filippine
Honduras
Indonesia
Isole Canarie
Italia
Messico
Nicaragua
Panama
Peru
Republica Dominicana
U.S.A.
Formato
Churchill
Corona Gorda
Double Corona
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Armagnac
Cognac
Rum
Whisky
Paese
Antigua
Barbados
Canada
Cuba
England
Francia
India
Irlanda
Italia
Giamaica
Giappone
Martinica
Olanda
Scozia
Taiwan
Trinidad e Tobago
Stati Uniti
Svezia
Galles
Guadalupa
Panama
Repubblica Dominicana
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Boom Nicaragua nel 2015? Dati alla mano

Boom Nicaragua nel 2015? Dati alla mano

Boom Nicaragua nel 2015? Dati alla mano 974 548 Luca Cominelli

Spesso si parla di Boom del Nicaragua, del fatto che i sigari provenienti da questo paese siano in pieno sviluppo e stiano incrementando rapidamente.

Sono stati pubblicati i dati relativi al 2015 sul mercato sigarofilo più importante a livello mondiale, ovvero quello statunitense.

Da questi dati, facendo un paragone con gli anni passati, si può analizzare l’andamento dei paesi produttori. I dati sono forniti dalla Cigar Association of America (sono ovviamente esclusi i sigari cubani, in quanto non importati nel 2015 negli USA).

I dati sottostanti comprendono solo sigari premium e si riferiscono a milioni di sigari. I machine made non sono inclusi.

PAESE 2012 2013 2014 2015
Honduras 65.3 63.3 63.8 67.6
Nicaragua 103.3 118.9 117.8 119.3
R. Dominicana 134.1 129.6 124.1 126.1
Altri 2.0 1.8 1.9 1.6

Come si nota dal grafico sottostante, il vero boom del Nicaragua è stato nel 2013, quando l’importazione è aumentata di ben 15.6 milioni di sigari in un anno, facendo registrare un aumento del 4% delle quote di mercato relative ai sigari nicaraguensi. Va sottolineato che negli ultimi 20 anni, le importazioni di sigari nicaraguensi sono aumentate di ben oltre 100 milioni di pezzi.

graphics

 

Parallelamente all’aumento delle importazioni di sigari Nicaraguensi, si sono registrati dei tagli proporzionali alle importazioni di sigari dominicani (-4.5 mln) e honduregni (-2 mln).

Dopo il boom, il mercato si è riassestato, e nell’anno successivo (2014) si è assistito ad una diminuzione del numero di sigari importati. Anche in questo caso, il paese che più ha perso quote di mercato è stata la Repubblica Dominicana, con una diminuzione di 5.5 milioni di sigari.

Il 2015 è tornato alla ribalta e ha fatto segnare un dato interessante. Honduras, Nicaragua e R. Dominicana sono tutte in crescita, ma il vero boom del 2015 l’ha avuto l’Honduras, con un aumento di quasi 4 milioni di sigari. La R. Dominicana segue con un +2 mln e il Nicaragua fa registrare “solo” un +1.5 mln.

La Repubblica Dominicana si conferma il paese dal quale vengono importati il maggior numero di sigari per gli USA.

Questi non sono i dati relativi al mercato mondiale, ma ai soli USA, dove il boom Nicaragua è già stato superato e c’è una situazioni di quasi parità tra Nicaragua e R. Dominicana.

Il primato tra questi due paesi a livello di esportazioni globali non si giocherà in USA, ma nel mercato Europeo. L’Europa rappresenta un mercato sempre più importante, e l’attenzione che gli viene rivolta da parte dei produttori è sempre maggiore. Tutto di guadagnato per gli aficionados del vecchio continente!

Davidoff la bucanera  AF
Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info