Search
Paese
Cuba
Costa Rica
Republica Dominicana
Honduras
Nicaragua
U.S.A.
Italia
Messico
Panama
Brasile
Peru
Bahamas
Filippine
Indonesia
Formato
Churchill
Double Corona
Corona Gorda
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Whisky
Cognac
Rum
Armagnac
Paese
Scozia
Stati Uniti
Taiwan
Irlanda
Francia
Italia
Giappone
India
Giamaica
Antigua
Canada
Martinica
Cuba
Barbados
Olanda
Trinidad e Tobago
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Whisky Cask Strength

Whisky Cask Strength

Whisky Cask Strength 800 450 Federico Bosco

 width=

Approcciare il whisky per la prima volta non è facile. Siamo di fronte ad un distillato che presenta un tasso alcolico minimo del 40%.

Il whisky ha però il grande vantaggio di poter essere diluito con l’acqua. L’aggiunta di qualche goccia di acqua è un processo irreversibile, che modifica le caratteristiche intrinseche del prodotto che andiamo ad assaggiare.

La bontà di alcuni whiskies è però riscontrabile nel loro grado pieno, e aggiungendo acqua possiamo alterare la paletta aromatica pensata e realizzata dal master blender. Pensiamo ad esempio agli Ardbeg a grado pieno, quindi Corryvreckan ed Uigeadail. Aggiungendo acqua li rendiamo più addomesticabili, ma modifichiamo diverse caratteristiche: la potenza alcolica, la persistenza al palato e, nel finale, i sapori e gli aromi che solo il grado pieno può sprigionare.

Non sempre è facile approcciare il distillato in piena purezza. Anche 40 gradi possono essere ostici se non si è abituati. Il consiglio è semplice: meglio iniziare con le gradazioni basse, 40% e 43%, diluendole inizialmente con qualche goccia d’acqua. Successivamente se ne ridurrà via via il quantitativo, in modo da arrivare progressivamente ad una gradazione sempre confortevole durante la fase di “addomesticamento” del palato.

Poi sarà la volta di approcciare il grado pieno: il mercato presenta diversi prodotti adatti a questo scopo, oltre ai già menzionati Ardbeg non dimentichiamo Glendronach Cask Strength, Lagavulin 12 anni, Aberlour A’Bunadh e Glengoyne Cask Strength. Sono tutti prodotti che vantano un buon rapporto qualità/prezzo. E ricordatevi: il viaggio deve pur iniziare in qualche modo.

Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.
Cookie Info