Cuba, Recensioni, Sigari

Romeo y Julieta Romeo “No.1”

7

Il Romeo y Julieta Romeo No.1 è un Cremas: cepo 40 x 140 mm di lunghezza.

romeo y julieta romeo no.1_2

La capa è lievemente ruvida, di tonalità colorado maduro. Il riempimento è uniforme.

romeo y julieta romeo no.1_1

Note di fumata.

romeo y julieta romeo no.1_3

Romeo y Julieta Romeo No.1: l’apertura è terrosa. Il primo tercio porta al palato note di terra e legno. I primi puff sono amaricanti. Avanzando nella fumata il sottofondo si fa lievemente dolce e si delineano in retrogusto spezie (pepe bianco). La persistenza è buona. In alcuni puff risultano percepibili punte di vaniglia. La forza è media (3/5). Il secondo tercio prosegue su note legnose alle quali si alternano aromi tostati. Le punte di vaniglia sono sempre presenti. La forza cresce lievemente (3,5/5). Il terzo tercio vede alternasi note di legno e spezie. Si sviluppa in modo precoce una vena amaricante, a tratti fastidiosa. La forza si mantiene costante.

Complessivamente un sigaro che sviluppa una fumata discreta. La paletta aromatica non presenta una grossa evoluzione, e nonostante gli aromi si alternino non ci sono cambi di marcia veri e propri. La parte finale risulta troppo amaricante. Un sigaro abbastanza lineare.

Valutazione in centesimi: 82.

About the author / 

cigarslover

7 Comments

  1. Laganà Roberto 12 giugno 2019 at 20:36 -  Rispondi

    l’ho appena iniziato a fumare, non lo compero più… addirittura non resta acceso…

  2. Domenico 15 settembre 2018 at 16:58 -  Rispondi

    Salve,possiedo un romeo y julieta n1 in tubo di allumino non la versione attuale laccato bianco.Potreste fornire qualche indicazione in merito? Grazie mille

    • cigarslover 17 settembre 2018 at 12:52 -  Rispondi

      è lo stesso sigaro della review, ma prodotto prima del 2008, anno in cui è stato eseguito il cambio cromatico dei tubos relativi ai Romeo No.1 🙂

  3. Raffaele 16 gennaio 2017 at 10:49 -  Rispondi

    ho acquistato tempo fa diversi RyJ n1…. non mi hanno mai entusiasmato: sulle prime avevo ritenuto che fossero nel “sick period”, le note amaricanti predominavano su tutta la fumata svolta in attesa di una evoluzione mai avvenuta. Ho conservato in humidor i rimanenti in attesa che il tempo svolgesse un azione benefica sul sigaro in questione ma… nulla di nulla. Probabilmente la ligada meno indovinata in un vitolario di una casa che produce sigari di buona fattura e di discreta costanza costruttiva. un buon sigaro da neofiti che offre la futura certezza di notare differenze di degustazione notevoli rispetto ad altri puros delle stesse dimensioni. ho cominciato con dei tripa corta più suadenti e morbidi. in ogni caso vige la suprema legge: de gustibus…….

  4. alex 16 gennaio 2015 at 02:01 -  Rispondi

    Io ho un No.1 da fumare ma è il primo sigaro ke fumo in vita mia, va bene o mi consigli di fumare prima altro??

    • cigarslover 16 gennaio 2015 at 08:35 -  Rispondi

      Io iniziai a fumare con questo sigaro. Va benissimo 😉

  5. Tuscan_Cigar-smoker No.1 16 luglio 2014 at 11:55 -  Rispondi

    Fumai uno di questi No.1 circa un annetto fa:primo tercio discreto poi un accenno di evoluzione con note speziate che si smorzarono nel giro di qualche puff,ma da circa metà fumata si presentò una vena amaricante che si fece sempre più intensa rendendo il sigaro quasi infumabile

    L’unico cubano che mi ha disgustato…!!!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci