Search
Paese
Cuba
Costa Rica
Republica Dominicana
Honduras
Nicaragua
U.S.A.
Italia
Messico
Panama
Brasile
Peru
Bahamas
Filippine
Indonesia
Formato
Churchill
Double Corona
Corona Gorda
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Whisky
Cognac
Rum
Armagnac
Paese
Scozia
Stati Uniti
Taiwan
Irlanda
Francia
Italia
Giappone
India
Giamaica
Antigua
Canada
Martinica
Cuba
Barbados
Olanda
Trinidad e Tobago
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Quai d’Orsay No.50

Quai d’Orsay No.50

Quai d’Orsay No.50 800 450 Michel Arlia

Il Quai d’Orsay No.50 è uno degli ultimissimi lanci in terra cubana. Rilasciato da pochi mesi, rappresenta la volontà di aggiornare il brand Quai d’Orsay, il cui vitolario era stato ridotto praticamente all’osso. La nuova anilla, oltre al nome del brand, riposta anche quello del sigaro (vitola de salida) e in questo caso, troviamo un “No.50” nella parte sottostante a quella del logo.

 width=

Le dimensioni sono cepo 50 x 110 mm e lo collocano appieno nel formato Short Robusto. La vitola de salida è D No.5.

Esteticamente si presenta avvolto in una fascia di tonalità colorado claro, lievemente rugosa al tatto. Tastandolo, il sigaro svela un riempimento decisamente non omogeneo, e nonostante le piccole dimensioni, non sono pochi i vuoti percepibili.

 width=

Quai d’Orsay No.50: a crudo echi terrosi, quasi impercettibili. L’ingresso di fumata è molto acidulo e si delinea un’intensa nota vegetale.

Dopo i primi puff, la fumata sprigiona un mix di sapori aciduli e sapidi, che sorreggono le note vegetali già percepite in apertura. L’armonia risulta alquanto contenuta e il sigaro è particolarmente scomposto e spigoloso. Dopo il primo centimetro, subentra anche una vena speziata. La forza è medio leggera (2,5/5).

 width=

Avanzando nella fumata e raggiungendo la seconda metà, la fumata si mantiene principalmente vegetale, con l’inserimento di soavi sfumature di erbe aromatiche balsamiche e un accenno di frutta secca con guscio (nocciola). La componente pepata si mantiene presente, ma esclusivamente in retrogusto. Pian piano la fumata diviene sempre meno aromatica e si sprigiona una vena amaricante piuttosto marcata, che segna il termine della fumata. La forza non muta (2,5/5).

Complessivamente, una fumata che risulta alquanto disarmonica, con un mix di sapori acidi e salati che virano in un secondo momento sull’amaro. Dalla costruzione alla fruizione, questo Quai d’Orsay No.50 ha ben poche qualità in grado di rilanciare questo brand. Dei sigari testati, nessuno ha colpito positivamente. Non resta che sperare in un miglioramento di questo sigaro nelle prossime produzioni.

Valutazione in centesimi: 75