Distillati, Whisky

Puni Nova Batch 03

6

Puni Nova è il primo prodotto realizzato dalla distilleria italiana. E’ stato lanciato nel 2015. Si tratta del concept base della distilleria: passa i primi tre anni in botti ex-bourbon per poi concludere la maturazione in botti di rovere europeo.

  • ABV: 43%
  • Botti: ex-bourbon ed European Oak 
  • Età: 3 anni
  • Tiratura: non dichiarata
  • Fascia di prezzo: € 50 – € 100
  • Reperibilità: media

Note degustative PUNI NOVA BATCH 03 

Naso: l’impatto iniziale è speziato, e subito si sprigionano pepe bianco, cannella e cardamomo. Dopo qualche attimo, compare anche il pepe verde. Gradualmente, si delinea anche una soave vena fruttata (melone, pesca bianca e anche un mix di frutta tropicale, quest’ultima in intensità minore). Completano la paletta aromatica note di banana acerba e mela verde, quest’ultima diventa sempre più percepibile dopo qualche attimo. L’evoluzione delle spezie è interessante.

Palato: le spezie sono presenti; inizialmente soavi, crescono poi d’intensità delineandosi nel pepe bianco, zafferano e cannella. La componente speziata è ben bilanciata e non prevale mai sul resto della paletta aromatica, composta da frutta gialla e bianca (in linea con quanto percepito al naso) e frutta secca: datteri, fichi, mandorle.

Finale: di media persistenza; si delineano note balsamiche di eucalipto, spezie, frutta gialla e una soave vena legnosa.

Puni Nova migliora di anno in anno. Avendolo assaggiato all’uscita, possiamo affermare la crescita costante del prodotto e della distilleria, divenuta una solida realtà produttiva. Ci aspettiamo molto da questo prodotto che, già oggi, è più che interessante.

Valutazione in centesimi: 85

About the author / 

Federico Bosco

Related Posts

6 Comments

  1. Toscano 9 gennaio 2018 at 13:57 -  Rispondi

    Sia ben chiaro non voglio fare polemica bensì stimolare, tramite uno scambio di opinioni anche divergenti una discussione costruttiva per tutti gli appassionati. Faccio dunque una semplice osservazione: La valutazione in centesimi del distillato in questione è la stessa del CAOL ILA 18YO “UNPEATED STYLE” 2017 che mi sembra di ben altra levatura! Onestamente, a scatola chiusa, non pensi che un bevitore di whisky con un minimo di conoscenza della materia preferisca , con all’incirca quaranta euro, acquistare un’ invecchiamento superiore di un marchio noto quale, mi rifaccio nuovamente al marchio citato sopra, un comunissimo ma pur sempre valido CAOL ILA 12YO?

    • Federico Bosco 9 gennaio 2018 at 14:50 -  Rispondi

      Grazie del commento, molto apprezzato. Noi recensori proviamo a mettere in parole e numeri i prodotti che abbiamo la fortuna di assaggiare per darne nota al lettore. Ovviamente, non avendo bevuto tutti i distillati del mondo (cosa impossibile) possiamo provare a dar conto di ciò che conosciamo. Questa è la nostra personale visione del Puni in questione, un prodotto che ha fatto passi da gigante rispetto alla prima edizione. Il bevitore appassionato sa sicuramente dove indirizzare i propri acquisti ma, ci preme dirlo, questo Nova è un buon prodotto, meritevole di attenzione.

  2. Toscano 8 gennaio 2018 at 10:18 -  Rispondi

    Al di là di gusti ed opinioni non capisco perchè dovrei pagare 80 euro per un whisky italiano invecchiato nientepopodimenoche tre (3) anni!! Prodotto da una distilleria appena nata in Alto Adige che sta al whisky come il sottoscritto al greco antico.

    • Federico Bosco 8 gennaio 2018 at 10:25 -  Rispondi

      Noi diamo un’opinione sul prodotto, tralasciando il fattore prezzo. L’utente finale è sicuramente in grado di selezionare al meglio le proposte e valutare in base alle proprie prerogative. Detto questo, l’azienda in questione sta facendo passi da gigante in termini di qualità del prodotto con investimenti importanti e consulenza scozzese. Le recensioni dell’intera gamma verranno pubblicate nei prossimi mesi.

  3. Alessandro 23 agosto 2017 at 22:20 -  Rispondi

    Ho assaggiato questo whisky recentemente, non concordo con le note da te enunciate dove sembra di sentire una sinfonia.
    In realtà il whisky in questione denuncia chiaramente di essere troppo giovane (si farà col tempo?) e totalmente slegato, è l’opposto di un whisky rotondo.
    La valutazione di 85 sarebbe più adatta per un whisky di caratura media, la mia valutazione 70.
    Solo perché è Italiano? W la Scozia.

    • Federico Bosco 24 agosto 2017 at 14:45 -  Rispondi

      Ciao Alessandro, il prodotto da noi esaminato è l’ultimo rilasciato. Hai verificato se il batch che hai testato tu è lo stesso?
      Assaggiato in momenti diversi, mi è parso molto migliorato dai batches precedenti, tanto da farmi ricredere sul prodotto e sulla distilleria, azienda che, personalmente, è cresciuta molto in termini di qualità e costanza.
      Ad ogni modo, rispetto ovviamente la tua opinione. Non esitare a commentare le nostre recensioni, la condivisione della passione è tutto 🙂

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Our English Site CigarsLover English Version

Polls

Cosa preferisci abbinare al sigaro?

Risultati

Loading ... Loading ...

Iscriviti alla Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci