Cuba, Recensioni, Sigari

Partagas Serie P No.1

0

Il Partagas Serie P No.1 è un’edizione a tiratura limitata del 2009, ma che raggiunse il mercato a metà 2010. Le dimensioni sono cepo 50 x 127 mm di lunghezza.

Questi sigari sono stati rilasciati esclusivamente in giare di ceramica da 25 pezzi.

Esteticamente i sigari si presentano avvolti in una foglia di fascia di tonalità colorado maduro, oleosa e setosa al tatto. Il riempimento in alcuni esemplari risulta non propriamente corretto.

Partagas Serie P No.1: a crudo sprigiona intensi sentori di legno di cedro e pepe nero. L’apertura porta al palato aromi vegetali.

Il primo tercio si apre con un mix speziato di pepe nero e cannella. Sono presenti anche note di erbe aromatiche. La forza è medio alta (4/5).

Nel secondo tercio non vi sono grossi cambiamenti, se non per le erbe aromatiche, che divengono più marcate e si portano in primo piano. La forza si mantiene costante (4/5).

Nell’ultimo settore il bouquet aromatico vira su aromi terrosi e speziati, in pieno stile Partagas.

Complessivamente un sigaro che sprigiona una fumata equilibrata, dotato di una paletta aromatica non tra le più ampie, ma che rispecchia appieno il brand Partagas. L’intensità è invece di ottimo livello.

Valutazione in centesimi: 88

About the author / 

cigarslover

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Polls

Cosa preferisci abbinare al sigaro?

Risultati

Loading ... Loading ...

Commenti recenti

Iscriviti alla Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci