Cuba, Recensioni, Sigari

Montecristo Petit Edmundo

22

Il petit Edmundo di Montecristo ha un cepo di 52 ed una lunghezza di 110 mm. E’ un sigaro tozzo, che abbraccia appieno le attuali richieste del mercato.

Montecristo Petit Edmundo_2

 E’ commercializzato in tubos e in box (10 e 25 pezzi). Esteticamente si presenta bene, con una capa colorado maduro molto oleosa e ben tirata. Alcuni esemplari hanno un riempimento al di sotto della media, ed è quindi consigliabile selezionare con cura il sigaro durante la scelta. In particolare, gli esemplari in tubos ha una buona costanza produttiva.

Montecristo Petit Edmundo_1

 Note di fumata.

Montecristo Petit Edmundo: a crudo ricchi sentori di cacao.L’apertura è molto intensa, e sprigiona aromi di frutta secca (nocciola) e note vegetali. La mole di fumo che questo sigaro sviluppa è notevole.

Il primo tercio si apre con aromi di cacao e terra. In retrogusto sono percepibili ricche spezie, pepe nero. L’intensità aromatica è molto pronunciata. La forza è medio alta (4,5/5).

Il secondo tercio vira su note vegetali, accompagnate da una vena amaricante (piacevole). Proseguendo nella fumata sono percepibili note di frutta secca, noce. A metà sigaro il bouquet aromatico si resetta e si riporta in linea con la paletta aromatica del primo tercio: cacao, terra e pepe nero. La forza si mantiene costante.

Il terzo tercio alterna note di cacao e note di legno, con aromi tostati percepibili in qualche puff. La forza cresce, divenendo molto marcata (5/5). Il finale sprigiona un intenso aroma di legno. La forza è poderosa negli ultimi puff. La combustione è molto irregolare durante tutto l’arco della fumata e sono necessarie molte correzioni. La cenere è di media compattezza.

Montecristo Petit Edmundo_4

Complessivamente il Petit Edmundo può essere descritto come una bomba di sapori e forza! La fumata è molto mascolina e questo Montecristo riesce appieno a soddisfare il fumatore che cerca una fumata relativamente veloce ed appagante. Questo è esattamente ciò che il Petit Edmundo riesce a dare, e visto il formato, centra appieno l’obiettivo. L’evoluzione è limitata ma i sapori sono ricchi e la paletta aromatica è di buona qualità. Un ottimo sigaro per una veloce fumata dopo pasto.

Valutazione in centesimi: 89.

Montecristo Petit Edmundo_6

 Un particolare della cenere.

Montecristo Petit Edmundo_5

About the author / 

cigarslover

22 Comments

  1. roberto 11 maggio 2019 at 17:36 -  Rispondi

    salve mi chiedevo ma il sigaro petit edmundo è realizzato a mano?

    • cigarslover 14 maggio 2019 at 10:46 -  Rispondi

      Assolutamente sì 😉

  2. Dario 26 gennaio 2017 at 22:56 -  Rispondi

    Ciao e complimenti per le recensioni. Mi chiedevo se potesse essere questo il mio primo sigaro oltre al n5. Vorrei avvicinarmi a questo mondo e vorrei provare questi Montecristo. Inoltre mi chiedevo se questi chiusi in tubo di metallo vanno sempre tenuti in umido o basta conservarli così. Grazie

    • cigarslover 27 gennaio 2017 at 08:57 -  Rispondi

      Ciao Dario, meglio di no. Il Petit Edmundo è un sigaro particolarmente forte e se sei alle prime armi, meglio aspettare un po’ prima di provarlo.

      I tubos, come tutti gli altri sigari, vanno sempre tenuti in humidor. Se vuoi approfondire la cosa, ti suggerisco questo articolo: http://www.cigarslover.com/guide/tubos-trasporto-e-conservazione/

  3. Basanique 4 aprile 2016 at 23:06 -  Rispondi

    Fumato ieri dopo averlo tenuto in humidor per quasi un anno. Fantastico sigaro che ho trovato però leggero e dal tiraggio molto aperto dove servivano due/tre puff per farlo tirare a meraviglia

  4. Giuseppe 3 ottobre 2015 at 14:10 -  Rispondi

    Ho appena fumato il petit edmundo, il terzo di quelli fumati, per me è il miglior montecristo, concentrato di sapori e denso di fumo ad ogni puf. Il prossimo acquisto sarà un edmundo.

    • cigarslover 3 ottobre 2015 at 16:16 -  Rispondi

      Sicuramente tra i migliori montecristo, d’accordissimo 😉

  5. vincenzo 15 giugno 2015 at 14:02 -  Rispondi

    buongiorno a tutti
    sperando di non andare “fuori tema” volevo chiedere gentilmente qualche informazione in più sul “Montecristo – Edmundo” in quanto un mio amico me ne ha portato un mazzo da 25 direttamente da cuba qualche giorno fa.
    ora sono nell’humidor a riposare saranno stanchi del lungo viaggio :o)
    grazie e grazie per aver creato questo sito siete grandi!

    • cigarslover 15 giugno 2015 at 14:36 -  Rispondi

      Grazie Vincenzo!! Sii più specifico però, che tipo di info cerchi? 🙂

      • vincenzo 15 giugno 2015 at 15:49 -  Rispondi

        si, scusate…
        visto che tra i commento postati si è parlato del “fratellone” del petit e forse vi riferivate ai montecristo edmundo volevo chiedervi se c’era la possibilità di avere una brevissima recensione, al fine di assaporarli al meglio.

        • cigarslover 16 giugno 2015 at 08:56 -  Rispondi

          Ciao Vincenzo, l’edmundo è tra i sigari programmati per essere recensiti 🙂

  6. Rundas 30 maggio 2015 at 12:07 -  Rispondi

    Ieri mi sono “sverginato” nel mondo del fumo lento con un Montecristo n.4. L’ho trovato ottimo, anche se non sono riuscito a percepire tutto l’insieme degli aromi di cui si parla nelle sue recensioni, se non i sentori di pepe nero. Per la prossima volta sono indeciso se prendermi questo oppure un qualcosa di più dolce, ad esempio un Romeo y Julieta. Di quest’ultimo brand tu cosa mi consiglieresti?

    Saluti e complimenti per il tuo ottimo lavoro 😉

  7. Pacrox 10 gennaio 2015 at 04:22 -  Rispondi

    Ho appena finito di fumarne uno, per la prima volta. La fumata è durata quasi un ora e mezza. L’ho trovato ottimo, direi quasi eccelso. Ho ancora in bocca tutta la sinfonia di aromi… e me li sto ancora godendo.
    Veramente piacevole.

    Ho notato il tiraggio un po’ aperto e temevo di aver esagerato un pochino nel ghigliottinaggio della capa. Ma leggo dalla vostra (preziosa) recensione che sembra essere un problema endemico di questo formato. Anche la combustione, come scrivi, è stata un po’ irregolare.

    Ma alla fine, come ho detto, la fumata è stata molto piacevole e ne comprerò sicuramente degli altri. Adesso sono curioso di provare l’Edmundo…

    Grazie per il vostro prezioso lavoro.

    • Pacrox 10 gennaio 2015 at 16:44 -  Rispondi

      Non ho resistito… ne ho appena comprato un altro…
      Adesso riposa, in attesa della ghigliottina e del fuoco…

  8. Massimo 15 aprile 2014 at 13:52 -  Rispondi

    Sembra che i Petit di Montecristo non facciano affatto rimpiangere i fratelloni! Buono a sapersi, mi incuriosisce soprattutto il Petit 2… Ma ho una domanda da novellino 🙂
    Ho notato nell’ultima foto molti puntini bianchi nella cenere.. E li ho trovati in alcuni altri sigari, ma non tutti… Personalmente li ho visti “dal vivo” solo nel Romeo 2.. E’ sinonimo di qualità o semplicemente è dato da una particolare foglia?

    • cigarslover 15 aprile 2014 at 16:13 -  Rispondi

      Il petit edmundo è uno dei migliori cubani che hanno questo formato. Lo reputo migliore dell’edmudo, anche per una miglior costanza produttiva. Il Petit 2 è un altro ottimo sigaro, ottima new entry per le fumate rapide.

      I “puntini bianchi” nella cenere sono dovuti principalmente alla quantità di alcuni elementi chimici all’interno della foglia di tabacco (tra questi il magnesio). Tutto ciò dipende anche dal terreno nel quale viene coltivato il tabacco. Non c’è però un legame diretto con una miglior qualità di fumata 🙂

      • Massimo 15 aprile 2014 at 17:17 -  Rispondi

        Pensavo più alla qualità della foglia:) che poi non vuol dire che abbia un buon aroma..
        Comunque grazie della risposta, era una semplice curiosità!
        Il Petit 2 può rientrare tra le fumate rapide/medio-rapide nonostante il cepo generoso?

        • cigarslover 15 aprile 2014 at 20:00 -  Rispondi

          Decisamente sì, è nato per questo 🙂

  9. tobacco 24 gennaio 2014 at 13:02 -  Rispondi

    Mi sono preso il fratellone ma è a riposo nel humidor, appena ho tempo passrò a prendermi un petit anche perché mi intrigano questi sigari tozzi e dalal fumata importante.
    Stavo pensando di provare anche i Nub ma non so se li vendono sfusi e dove trovarli, vedo che le recensioni non sono male, ma vorrei farti una domanda: restando sui cubani, tozzi e con una forza medio/forte quali consiglieresti? Quali sigari di questa categoria ti hanno lasciato maggiormente il segno?

    • cigarslover 24 gennaio 2014 at 18:24 -  Rispondi

      Si, si trovano anche sfusi.

      Prova questo Petit, a mio avviso è meglio del fratellone 😉

      Se lo trovi c’è anche l’hoyo de monterrey petit robusto, che ha una forza maggiore rispetto ai classici hoyo!

      • tobacco 27 gennaio 2014 at 17:49 -  Rispondi

        prefetto, acquisto e ti faccio sapere, grazie della dritta.

Reply Cancel

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci