Cigar News, Sigari

Marzio: il sigaro italo-dominicano fatto a mano

1

Marzio è il brand italo-dominicano di sigari distribuiti dalla Miami Cigars, esso rappresenta il primo passo in avanti nell’industria dei manufatti premium  da parte dell’azienda Avanti Cigar Company, dopo l’acquisizione da parte di  Manifatture Sigaro Toscano risalente al 2015. Una sorta di fusione tra culture diverse: italiana, dominicana ed americana.
Marzio è l’unico sigaro che combina il temperamento italiano con l’arte della manifattura di sigari propria della Repubblica Dominicana; il suo aroma intenso è quello tipico dello tabacco scuro americano (colorazione dovuta alla lavorazione a fiamma).


Questi  sigari premium full-bodied sono rollati a mano nella Repubblica Dominicana da La Aurora, usando lo stesso tabacco del Toscano Originale ovvero una porzione di Kentucky. I formati disponibili sono Corona Gorda (47 x 152 mm) e Robusto (50 x 127 mm) . Il primo si caratterizza per la fascia in  US Kentucky  Extra Dark lavorato a fiamma, sottofascia Sumatra Dark, ripieno suddiviso in 33% di US Kentucky Extra Dark Fire-Cured, 33% Olor Seco e 33% Nicaragua Viso. La seconda vitola differisce esclusivamente per il riempimento costituito per il 50% da Kentucky italiano lavorato a fiamma e per il 50% da Olor Seco.

About the author / 

Roberto M.

Related Posts

1 Comment

  1. STAVROGHIN 15 ottobre 2018 at 10:38 -  Rispondi

    Mi chiedo,ma tutti questi sigari di nuova produzione chi se li fuma?Voglio dire per buoni e accurati nella fattura possano essere,in un mercato dove i fumatori sono in calo,dove possono trovare il loro spazio.Specie quei sigari che non appartengono alla tradizione,per produzione come per tipo di tabacchi usati.I mercati in forte crescita sono in primis la Cina seguita da quei paesi emergenti economicamente.Ma pare che i Cinesi amino i più blasonati cubani,in particolar modo quelli con le fascette che contengono più oro( 🙁 ) i Russi dai tempi di Fidel e dall’800 fumano cubano,i prodotti tropicali extra cuba vanno alla grande fra i fumatori appassionati.In Europa il calo è evidente,in UK pare sia arrivato alla metà rispetto a 20 anni fa,regge la Svizzera grazie al mercato dell’export ed al ricco turismo,tutti gli altri paesi Spagna inclusa si avvicinano alla metà del fatturato degli anni ’90.In Italia regge bene il Toscano grazie anche alle esportazioni,e i piccoli produttori di nicchia non mi pare nuotino anche essi nell’oro.Eppure vedo sempre più prodotti nuovi,spesso innovativi in un mercato piuttosto tradizionalista.In Europa c’è voluto il calo qualitativo dei cubani per far emergere gli extra cuba che si stanno ritagliando una fetta importante delle vendite,mentre cuba perde terreno,non ho dati certi ma siamo a quasi la metà delle vendite rispetto a 15 anni fa,per non parlare della crisi economica globale e di quei paesi da sempre grandi consumatori di sigari di qualità.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci