Search
Paese
Cuba
Costa Rica
Republica Dominicana
Honduras
Nicaragua
U.S.A.
Italia
Messico
Panama
Brasile
Peru
Bahamas
Filippine
Indonesia
Formato
Churchill
Double Corona
Corona Gorda
Gordo
Gran Corona
Lancero/Panetela
Lonsdale
Perfecto
Petit Corona/Corona
Petit Robusto
Piramide/Torpedo
Robusto
Salomone/Diadema
Shorts
Toro
Troncoconico
Prezzo
Sotto 6
6-10
10-15
15-20
20-30
Oltre 30
Forza
Leggera
Medio-leggera
Media
Medio-forte
Forte
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Affumicato
Cacao
Cremoso
Cuoio
Dolce
Frutta secca con guscio
Legno
Spezie
Terra
Tostato
Vegetale
Search
Tipo distillato
Whisky
Cognac
Rum
Armagnac
Paese
Scozia
Stati Uniti
Taiwan
Irlanda
Francia
Italia
Giappone
India
Giamaica
Antigua
Canada
Martinica
Cuba
Barbados
Olanda
Trinidad e Tobago
ABV
38.0-39.9%
40.0-43.0%
43.1-46.0%
46.1-50.0%
50.1-55.0%
over 55.0%
OB o IB
OB
IB
Prezzo
Sotto 50
50-100
100-250
250-500
over 500
Valutazione
95-100
90-94
85-89
80-84
Inferiore a 80
Generic filters
Profilo aromatico
Cereale
Dolce
Floreale
Fruttato
Legno
Marino
Miele
Sherried
Speziato
Torbato
Vinoso

Lagavulin Distillers Edition 1997

Lagavulin Distillers Edition 1997

Lagavulin Distillers Edition 1997 662 555 Federico Bosco

Ogni anno Lagavulin presenta un’edizione limitata basata sulla doppia maturazione: dopo un iniziale periodo in botti ex-bourbon, il distillato viene spostato in botti che precedentemente hanno contenuto Pedro Ximenez. La bottiglia in analisi è quella relativa all’annata 1997, imbottigliata nel 2013.

  • ABV: 43%
  • Botti:  Double Matured in Pedro Ximenez Cask
  • Età: 16 anni
  • Tiratura: non dichiarata
  • Fascia di prezzo: € 50 – € 100
  • Reperibilità: media
 width=

Note degustative LAGAVULIN DISTILLERS EDITION 1997

Naso: risultano percepibili note di sherry, che si fanno largo su profumi dolciastri. E’ poi la volta di note di caramello, toffee, zucchero di canna e frutti rossi (nello specifico c’è un forte richiamo alle fragoline di bosco). La componente più marcatamente Lagavulin sembra sopita: la torba è presente, anche in maniera evidente, ma è più di contorno a dare spessore ai restanti aromi. Dopo qualche tempo emerge una nota di funghi essiccati consistente. La paletta aromatica risulta meno vicina allo spirito Lagavulin.

Palato: emerge il carattere del distillato Lagavulin. Solido e corposo, intensamente torbato, con note affumicata, bacon, cuoio e pepe nero in gran quantità. Completano il bouquet echi di sale.

Finale: note legnose, torba, benzina ed una punta di sale. Per ultimo risulta percepibile il bacon.

Complice l’ottimo packaging, questo è un whisky molto accattivante. Pur staccandosi dalla classica paletta aromatica Lagavulin, come esperimento è comunque lodevole. L’equilibrio è ottimo e questo imbottigliamento, pur distanziandosi dal 16 anni classico, ne conserva alcune caratteristiche.

Valutazione in centesimi: 86