Utilizziamo i beads da svariati anni oramai, e stiamo notanto che il loro impiego è via via sempre più diffuso. Questo perchè i Beads funzionano decisamente bene, e rispetto agli altri sistemi di umidificazione offrono più vantaggi.

I beads sono delle piccole palline inodore che sono in grado di controllare in modo molto efficace il tasso di umidità.
I tradizionali metodi di umidificazione (come spugnette e polimeri) rilasciano umidità ma NON la assorbono se è in eccesso. Con i Beads questo problema è RISOLTO.
I Beads sono lo stesso dispositivo impiegato anche nei musei, per la conservazione delle opere d’arte, proprio per le elevate caratteristiche di controllo dell’umidità che sono in grado di offrire.

beads copy

VANTAGGI

  • Durano PER SEMPRE. I beads non si consumano, nè perdono le loro caratteristiche di umidificazione.
  • Consentono di REGOLARE l’umidità! Non si limitano infatti ad umidificare, ma svolgono un’azione di CONTROLLO e mantengono il tasso di umidità stabile. Questi beads mantengono un tasso di umidità del 65%, ciò significa che:
      • se nell’humidor il tasso di umidità è inferiore, i beads rilasceranno umidità sino a raggiungere il 65%
      • se nell’humidor si ha un eccesso di umidità, i beads assorbiranno umidità sino a riportarla al 65%
  • Occupano poco spazio. Essendo delle piccole palline si possono mettere in qualsiasi recipiente, anche negli agenti umidificatori se già ne possedete (basta rimuovere la spugnetta che vi è all’interno e sostituirla con i Beads). Così facendo non vi sono problemi di spazio all’interno dell’humidor. Si possono infatti mettere dove meglio si preferisce, e l’alto potere umidificante fa si che, occupando poco spazio, si ottenga il massimo risultato.

I tradizionali metodi di umidificazione rilasciano umidità ma NON la assorbono, questo significa che il nostro humidor va tenuto controllato per verificare che l’umidità non si alzi troppo, e nel caso in cui avvenga, si deve correre ai ripari per non danneggire i sigari. Con i Beads, questi problemi vengono risolti: se l’umidità è superiore al tasso desiderato, i Beads assorberanno quella in eccesso.

Tramite questa azione di controllo, i sigari possono essere gestiti con meno attenzione, ed anche nel caso in cui non si possa controllare l’humidor frequentemente, i Beads manterranno la conservazione in modo perfetto.

Se abbiamo un humidor che non presenta un controllo di temperatura, la funzione di controllo è fondamentale. Questo soprattutto nei mesi caldi dell’anno, quando il tasso di umidità subisce della variazioni a seguito degli sbalzi di temperatura ai quali è sottoposto il nostro humidor. Con i beads l’umidità resterà costante, mantendo i sigari ad uno stato di conservazione perfetto.

QUANTI BEADS SERVONO?

La quanità di Beads dipende dal volume che si vuole mantenere umidificato. E’ fondamentale tenere in considerazione che c’è una quantità minima di Beads da utilizzare per mantere il tasso desiderato. Se vi sono meno Beads questo tasso verrà raggiunto e controllato in modo meno efficace del previsto. Se si utilizza il corretto quantitativo di Beads non si avranno problemi. L’utilizzo di un quantitativo superiore di quello necessario non genera problemi, ma aiuta ad avere una regolazione dell’umidità ancora più efficace, in quanto i Beads impiegheranno meno tempo a ripristinare il tasso di umidità obiettivo (a seguito di aperture dell’humidor e soprattutto quando andiamo ad inserire nuovi sigari o scatole di sigari nel nostro humdor).

COME SI USANO?

Basta bagnarli con dell’acqua (preferibilmente distillata, come si usa per tutti i dispositivi umidificanti) ed i Beads passeranno da un colore bianco ad un colore trasparente. Non serve bagnarli molto, qunado circa 3/4 dei beads saranno trasparenti, si possono già mettere nell’humidor.

COME SI INSERISCO NELL’HUMIDOR?

  • Si possono utilizzare i normali dispositivi per l’umidificazione, basta sostituire la spugnetta con i beads.
  • Si possono inserire in un contenitore aperto.
  • Si possono fare dei forellini su un tubos nei quali vengono venduti alcuni tipi di sigari, e dopo aver inserito i beads ed aver tappato il tubo, si ha una specie di sigaro umidificante.
  • Si possono impiegare dei sacchettini che lascino passare l’umidità.

Il nostro consiglio? Utilizzate i collant da donna. Basta tagliarli, mettervi i beads ed annodarlo. Ci si mette poco e funzionano in modo davvero efficiente. Questo perchè i collant da donna sono elastici e pieni di forellini, quindi possiamo dare la forma che preferiamo ai Beads e soprattutto, grazie all’elevato numero di forellini, i beads sono in grado di interagire con l’ambiente in modo decisamente funzionale.

43 Comments

  1. Luca 25 maggio 2019 at 10:17 -  Rispondi

    Ciao Luca, ho acquistato un humidor Adorini mod. Venezia DeLuxe da 75 sigari. Dimensioni (interne): Lung: 19.1cm, Prof: 23.7cm e Alt: 10.2cm. fornito di sistema di umidificazione a polimeri acrilici. Fumo esclusivamente Toscani e tale sistema di umidificazione non mi soddisfa per nulla. Vorrei acquistare beads al 60%. Potresti gentilmente darmi indicazioni per l’acquisto ed il quantitativo? Grazie per l’attenzione

    • cigarslover 25 maggio 2019 at 11:51 -  Rispondi

      Ciao Luca, il consiglio è quello di inserire 60g di beads (a livello teorico, ne vanno bene anche 40, ma con 60g prolunghi la loro autonomia). Considerando che durano a vita, molto meglio optare per quelli di seconda generazione 😉

  2. Antonio 30 aprile 2019 at 13:07 -  Rispondi

    Buongiorno. Quanti beads in proporzione ai sigari vanno usati ?

    • cigarslover 30 aprile 2019 at 14:01 -  Rispondi

      Buondì Antonio, il quantitativo di beads si calcola in base al volume da umidificare. Se ci fornisci le tre dimensioni del tuo humidor, possiamo stimare il corretto quantitativo da impiegare 🙂

    • Antonio 29 maggio 2019 at 19:52 -  Rispondi

      All’incirca ? Sono in fase di acquisto

      • cigarslover 29 maggio 2019 at 20:48 -  Rispondi

        Per un humidor da 40 sigari, solitamente servono 40 g di beads.

  3. Edoardo 1 febbraio 2019 at 14:51 -  Rispondi

    Salve, sono un neofita assoluto , mi chiedevo se si possono utilizzare anche per la conservazione in giara (per ora ho solo toscani) Grazie e complimenti per il sito!

  4. Gabriele 2 settembre 2018 at 17:21 -  Rispondi

    Ciao Luca,
    Complimenti per il sito! Davvero ricco e ben curato. Ho una domanda da sottoporti. Vorrei acquistare i beads (2 gen.) ma sono indeciso tra i 65 e i 70. In una tua guida scrivi: “Personalmente tengo l’umidità attorno al 68% (i miei limiti sono 65%-70%).” Quali sono gli elementi che devo tenere in considerazione per fare la scelta migliore per i miei cubani? Grazie mille per l’aiuto che vorrai offrirmi.

    • cigarslover 28 ottobre 2018 at 16:33 -  Rispondi

      Ciao Gabriele, perdona la tarda risposta. Innanzitutto la temperatura a cui conservi (più è alta e più l’umidità deve essere vicina al 65%). Poi dipende dai gusti. Personalmente ti consiglio di scegliere quelli al 65% 😉

  5. franz 9 ottobre 2017 at 17:45 -  Rispondi

    ciao ho appena ricevuto i beads seconda generazione ma mi sono arrivati già trasparenti significa che erano già pronti ??

    • cigarslover 11 ottobre 2017 at 14:34 -  Rispondi

      Ciao Franz, al primo utilizzo i beads sono già pronti per essere inseriti in humidor e non vanno bagnati 🙂

  6. Matteo Formichetti 20 aprile 2017 at 16:29 -  Rispondi

    Ciao Luca, ho acquistato da te dei beads e volevo sapere, avendo un umidor da 100 sigari circa la quantità esatta da mettere dentro .
    Grazie
    Matteo

    • cigarslover 20 aprile 2017 at 16:38 -  Rispondi

      Ciao Matteo, se riesci a darci le dimensioni interne dell’humidor, possiamo darti una stima precisa 🙂

  7. alessandro 20 aprile 2017 at 14:29 -  Rispondi

    ciao scusa ma dove si possono comprare online e quanto costano?
    grazie ciao

  8. andrea 25 gennaio 2017 at 20:22 -  Rispondi

    come non detto…. sicuramente devo avviare meglio l’humidor perchè ogni due giorni il 90% dei beads è bianco e l’umididà cala. oppure continuo a ricaricare fino quando non si stabilizza?

    • cigarslover 27 gennaio 2017 at 17:55 -  Rispondi

      avvia l’humidor. Se l’ambiente dove lo tieni è secco, è meglio avviarlo inumidendo le pareti interne con uno straccio umido. Poi vedrai che i beads andranno bagnati meno spesso (ciò che succede ora è che i beads rilasciano tutta l’umidità e il legno dell’humidor la assorbe in quando è inferiore al 70%, tasso obiettivo dei beads).

      • andrea 27 gennaio 2017 at 20:02 -  Rispondi

        ok ho inumidito le pareti e tengo dentro un bicchierino d’acqua per uno o due giorni. scusa per le molte domande ma avendo sempre usato la spugna sono un pò disorientato coi beads. grazie per la pazienza.

  9. andrea 22 gennaio 2017 at 17:51 -  Rispondi

    ciao come ti avevo gia detto ho comprato da voi i beads e l’humidor, quest’ultimo è l’egoist black da venticinque sigari, ho messo 40 grammi di beads da 70% di umidita ma dopo un giorno l’igrometro segna umidita al 60 %. è possibile che l’igrometro sia da ritatrare non essendo comunque di superqualità? oppure aspetto ancora un pò….grazie

    • cigarslover 24 gennaio 2017 at 10:17 -  Rispondi

      Ciao Andrea, probabilmente i beads hanno rilasciato tutta l’acqua per avviare l’humidor. Devi semplicemente ricaricarli 🙂

      • andrea 24 gennaio 2017 at 20:25 -  Rispondi

        si penso sia andata così. Comunque ho testato l’igrometro col metodo del sale e dopo 12 ore segnava 72%. di fatti ora che l’humidor è ben avviato e ho rimesso l’igrometro al suo interno segna 67% di umidità che con la differenza del 3% che devo aggiungere nel calcolo fa precisamente 70%. nell’humidor che tengo in salotto ho sempre usato le spugnette ma i beads sono molto più sicuri e pratici in piu l’egoist black come qualità prezzo è favoloso. complimenti per tutto e grazie per rispondere sempre.

  10. andrea 20 gennaio 2017 at 04:18 -  Rispondi

    ciao ho acquistato un hunidor e i beads da voi e vi faccio i complimenti…
    è necessario avviare l ‘humidor ho metto i beads direttamente e basta? ciao

    • cigarslover 20 gennaio 2017 at 15:49 -  Rispondi

      Ciao Andrea, puoi semplicemente inserire i beads. Penseranno loro ad avviarlo 🙂

      • andrea 20 gennaio 2017 at 21:29 -  Rispondi

        grazie. siete dei gandi!

  11. Fabrizio 24 settembre 2015 at 23:42 -  Rispondi

    Ciao Luca, non mi è chiaro se i beads debbano essere riumidificati ogni tanto, come avviene per le spugnette e i polimeri. Bisogna forse controllare se risultino nuovamente opachi o se siano rimasti trasparenti? In caso, con quale frequenza occorre effettuare il controllo?

    Grazie, Fabrizio

    • cigarslover 25 settembre 2015 at 09:26 -  Rispondi

      Ciao Fabrizio, sì vanno ribagnati semplicemente quando il tasso di umidità inizia a calare, tutto qui 🙂

  12. Gastaldo roberto 2 settembre 2015 at 12:05 -  Rispondi

    ciao ho ordinato i beads per i miei toscani e ho scelto quelli al 70%.
    ho fatto male?

    • cigarslover 2 settembre 2015 at 12:07 -  Rispondi

      Ciao Roberto, no. La stessa Toscano consigli un umidificazione del 70% per molti dei suoi prodotti, quindi nessun problema 😉

  13. Fabio 14 agosto 2015 at 09:39 -  Rispondi

    Salve mi hanno portato dei sigari da Cuba dei Romeo u JULIETA CHURCHILLS e sono molto morbidi come se fossero presi da umidità , mi consiglia ciononostante di mantenere nel l’humidor un umidità del 70%? Perché l’ultima volta così facendo ho trovato il bicho.
    Inoltre volevo chiederle se quando si parla di polimeri acrilici sono gli stessi di quelli che lei utilizza per l’umidifiazione.grazie
    Cordii saluti

    Fabio

    • cigarslover 16 agosto 2015 at 17:32 -  Rispondi

      Ciao Fabio, il bitcho si sviluppa più per l’alta temperatura che per il tasso di umidità.

      Se i sigari sono molto morbidi e quindi molto umidificati, puoi lasciarli all’aperto, preferibilmente in un ambiente non troppo secco, in modo che perdano l’umidità in eccesso. La cosa migliore è però metterli in humidor e attendere che si stabilizzino, espellendo l’umidità in eccesso (serve però molto più tempo).

      Beads e polimeri acrilici sono due cose molto diverse. I beads sono superiori in tutto, sia perchè controllano il tasso di umidità, sia perchè non permettono lo sviluppo di muffe e batteri, sia per la loro durata (a vita) oltre che per il poco volume che occupano 😉

  14. giuseppe 12 agosto 2015 at 15:13 -  Rispondi

    ciao, quanti beads servono per un humidors medio da 10/12 sigari?

    • cigarslover 12 agosto 2015 at 16:13 -  Rispondi

      20 grammi sono sufficienti 😉

  15. Alfiero 8 aprile 2015 at 10:32 -  Rispondi

    Ciao, ho acquistato i beads e mi sto costruendo il mio humidor, volevo chiedere se esiste una formula o qualcosa del genere che permetta di calcolare il peso (a secco) dei beads da utilizzare rispetto al volume dell’humidor stesso? o una serie di tabelle a riguardo?
    Grazie mille

    • cigarslover 9 aprile 2015 at 09:03 -  Rispondi

      Ciao Alfiero,

      con 20g di beads umidifichi correttamente 6.000 cm^3. Quindi, in base al volume del tuo humidor, puoi calcolare l’esatto quantitativo di beads da usare. E’ sempre meglio abbondare.

  16. Paolo 10 giugno 2014 at 18:53 -  Rispondi

    Ciao leggendo ora l’articolo dei beads ho letto che hai scritto che potevamo contattarti in caso di necessità per eventualmente reperirli, io sarei interessato all’acquisto potrei sapere più o meno il prezzo e come eventualmente ci si può incontrare?

      • Paolo 11 giugno 2014 at 12:36 -  Rispondi

        grazie mille ho appena effettuato l’ordine e il pagamento dalla pagina che mi hai indicato : )

  17. Michele 14 marzo 2014 at 16:19 -  Rispondi

    Ciao Luca, bravissimo articoli molto interessanti! io fumo toscani, anche se necessitano di meno cura degli altri tu che beads consiglieresti? da 65%? grazie

    • cigarslover 15 marzo 2014 at 08:44 -  Rispondi

      Ciao Michele, si ti consiglio quelli al 65%. Io uso quelli da sempre 🙂

  18. Gennaro 13 dicembre 2013 at 17:00 -  Rispondi

    Ok!!! 🙂 aspettiamo……

  19. Gennaro 13 dicembre 2013 at 00:44 -  Rispondi

    Ciao Luca xkè nn fai proprio un video dimostrativo di come si prepara un humidor completo con i beads? Sopratutto x tanti come me ke sono alle prime esperienze? Grazie!!!

    • cigarslover 13 dicembre 2013 at 00:46 -  Rispondi

      E’ una buona idea Gennaro 😉

      Terrò in considerazione questa tua dritta…cercherò di farlo il prima possibile 🙂

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

a402471faa
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
b047934777
7135
10
Entra
Esci
http://google.it
1

CigarsLover è un sito che tratta argomenti che riguardano il mondo del fumo lento e tutto ciò che ci gira attorno. Questo sito non vuole indurre al fumo, e si ricorda che il fumo nuoce gravemente alla salute. I contenuti sono per maggiorenni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per avere la migliore esperienza di navigazione. Cliccando su “entra”, dai il consenso all’uso dei cookie. Leggi l’informativa

Entra Esci